WRWC2017: Giappone vicinissimo all’impresa. Black Ferns “esagerate” contro Hong Kong, Francia “da paura”

WRWC2017 logo su campo UCD Bowl screenshot

Seconda giornata intensissima sui due campi della UCD di Dublino, dove è in corso di svolgimento la Women’s Rugby World Cup.

Se a guardare solo i risultati non ci sono state particolari sorprese, un’analisi più approfondita mette in evidenza, tra i tanti spunti che la giornata ci ha regalato, la (seconda) grande prestazione del Giappone, stasera vicinissima all’impresa di battere l’Irlanda padrona di casa.

Pool C: Le Sakura 15s vanno a riposo avanti 14-0 ma nel secondo tempo Nora Stapleton (votata Player of the Match) e compagne riescono a ribaltare il risultato, togliendo alle nipponiche anche un meritatissimo punto di bonus difensivo con una meta a tempo scaduto di Paula Fitzpatrick a sfiancare la difesa giapponese che aveva resistito per oltre trenta fasi.

Nell’ultima gara di giornata, la Francia non ha problemi a superare le Wallaroos (48-0) issandosi al comando della Pool con due punti di vantaggio sull’Irlanda e, a ottanta minuti dalla fine della fase a gironi, con almeno mezzo piede in semifinale.

Pool A: Nuova Zelanda e Canada si presentano allo scontro diretto di giovedì (una delle gare più attese della WRWC) con un solo punto di distacco in classifica.

Le Black Ferns non hanno pietà di Hong Kong che, dopo la pesante sconfitta rimediata all’esordio contro il Canada, rispetta i pronostici e subisce un altro pesante rovescio. La Nuova Zelanda vince 121-0, mentre le Maple Leaves faticano contro un orgoglioso Galles (15-0) mancando l’obiettivo del punto di bonus offensivo che impedisce loro di tenere il passo delle Black Ferns, che hanno in Portia Woodman (otto mete finora in due gare) al punta di diamante di una formazione che ha tutto per poter vincere il Titolo a Belfast.

Pool B: Inghilterra e Stati Uniti arrivano allo scontro diretto a pari punti in classifica e giovedì offriranno ai fortunati che avranno la possibilità di assistere alla gara in programma alle 2.30pm al Billings Park UCD un grande spettacolo.

Gli Stati Uniti, dopo aver mostrato un potenziale enorme contro l’Italia nel match di esordio, sistemano i problemi di handling e spazzano via la Spagna (43-0), mentre le Red Roses campionesse del mondo in carica faticano un tempo contro le Azzurre, prima di ingrossare il tabellino nella ripresa (56-13). Giovedì Italia e Las Leonas si sfidano per evitare l’ultimo posto nel girone; sarà una partita apertissima in cui le squadre si giocano anche una grande fetta di orgoglio.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s