WRWC2017: Tra 50 giorni inizia la caccia alle Red Roses

Screen Shot 2017-06-20 at 17.26.41Mancano esattamente 50 giorni all’inizio della WRWC2017 che si giocherà in agosto in Irlanda, tra Dublino (che ospiterà la fase a gironi negli impianti della UCD) e Belfast (dove si svolgerà la fase finale, tra Queen’s University e Kingspan Stadium).

La massima competizione iridata femminile prenderà il via mercoledì 9 agosto alla University College Dublin, quando alle 2pm ci sarà il kick off del match tra l’Inghilterra campione del mondo in carica e la Spagna – che ha battuto la Scozia nello spareggio-qualificazione di novembre.

Le Red Roses sono pronte alla difesa del titolo e hanno lanciato un messaggio chiarissimo a tutte le avversarie con le tre vittorie – in altrettante gare – che hanno permesso loro di conquistare l’International Women’s Rugby Series giocatasi in Nuova Zelanda.

Black Ferns e Irlanda sono tra le favorite per contendere il titolo alle inglesi, ma la squadra che forse ha stupito più di tutte in questa fase di preparazione è il Giappone. Dopo la conquista dell’accesso alla Women’s Sevens World Series con la vittoria del torneo di qualificazione disputatosi ad Hong Kong, il rugby femminile giapponese a dimostrato notevoli progressi, che si sono concretizzati nella nettissima vittoria (10-52) raccolta sabato scorso contro il Galles.

Screen Shot 2017-06-20 at 17.41.43Il successo sulle ragazze di coach Rowland Phillips consente al Giappone di passare al 14esimo posto nel ranking di World Rugby, scavalcando Olanda, Portogallo e Kazakistan, mentre il Galles scende al decimo posto.

Le nipponiche debutteranno il 9 agosto alle 7.45pm contro la Francia, un’altra squadra che ha come obiettivo minimo il passaggio in semifinale. Gaelle Mignot e compagne, infatti, non hanno magari disputato un 6 Nations da incorniciare ma sono sempre un’avversaria temibile.

Canada e Australia hanno raccolto indicazioni importanti durante la International Women’s Rugby Series, con le Maple Leaves che hanno battuto le Aussies nell’ultimo match del torneo giocatosi sabato a Rotorua. Per le Wallaroos, invece, tre sconfitte ma la possibilità di dare minuti e caps a molte ragazze giovani che potranno così contendersi un posto sull’aereo per Dublino prima, e una maglia per il debutto, attesissimo, contro le padrone di casa poi.

L’Italia, invece, arriva alla WRWC un pò in sordina; dopo aver giocato un 6 Nations gagliardo dal punto di vista delle prestazioni e dell’orgoglio, ma povero per quanto riguarda i risultati – chiuso con la sconfitta di Cumbernauld contro la Scozia – Sara Barattin e compagne sono le uniche a non aver giocato un test match come warm-up per la massima competizione iridata e arriveranno alla gara di apertura – 9 agosto, kick off 4.30pm alla UCD Bowl, Dublino contro gli USA – dopo un lungo camp che si chiuderà a Parma ma senza aver potuto testare in una gara i loro meccanismi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s