“il PRO12 degli altri”: Ecco i Dragons, la squadra di tutta la Region

Dragons_Encapsulated_logo_RGBThey will be called Dragons, be both sustainable and forward thinking, and become a Welsh-centric production line of talent, thriving both on and off the pitch and rewarding the 73 Gwent clubs they represent.

Si apre così il comunicato stampa emesso dalla WRU che annuncia la nascita dei “nuovi” Dragons, che abbandonano il prefisso “Newport Gwent” con l’intento di diventare davvero la squadra di tutta la Region. I Dragons avranno anche un nuovo logo, tre anni dopo la proposta fatta di un sondaggio tra i tifosi che è stata poi abortita meno di una settimana dopo il lancio.

Questa è la vision che Martyn Phillips e Stuart Davies hanno comunicato per i Dragons il giorno dell’annuncio del nuovo head coach, Bernard Jackman, che ha anch’egli voluto annunciare il suo piano per il futuro prossimo della franchigia gallese.

La WRU prenderà ufficialmente controllo della Region il prossimo 1 luglio ma i piani di sviluppo della squadra sono già attivi, in modo da migliorare le strutture – con l’installazione di un nuovo terreno di gioco ‘ibrido’ al Rodney Parade di Newport – e il lancio del nuovo brand rientra in quest’ottica.

Con membri del panel della WRU ed il CEO Davies, tra gli altri, Phillips ha studiato una “roadmap” per portare la Region a crescere con traguardi di uno e tre anni.

Entro il 2020 i Dragons dovranno giocare in un Rodney Parade gremito, e apportare un contributo significativo per lo sviluppo del rugby a livello di club, junior, community e amatoriale.

The overriding message within the detailed plans is that rugby should thrive at all levels in the Dragons region, with the amateur and professional game aligned at every turn with men’s, women’s, boys’ and girls’ rugby given equal status in Gwent,” continua il comunicato stampa della WRU.

“(…) By year three the Dragons will have an enhanced reputation throughout the rugby world, it will be an environment in which elite players thrive and which equally attracts players, supporters, coaches and outside investment for the benefit of rugby throughout the area.
The 2020 Dragons are expected to be made up predominantly of Welsh-qualified players, with a handful of ‘marque’ signings from outside Wales to bring in experience and increase competitiveness if necessary, all watched by bigger crowds at a revamped Rodney Parade.”

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s