Champions Cup Final 2017: Saracens, “determinazione e resilience le nostre qualità”

Champions Cup particolare iscrizione Saracens
Alba Ovale – 2017

BT Murrayfield (Edimburgo) – I Saracens arrivano nella capitale scozzese con la concreta possibilità di difendere il titolo di Campioni d’Europa conquistato lo scorso anno a Lione, diventando la quarta squadra capace di ottenere questo risultato.

Si potrebbe quasi parlare di ‘impresa’, perchè solo Leicester Tigers, Leinster e Toulon sono riusciti a riconfermarsi campioni. I Sarries sono reduci da una brutta sconfitta in Aviva Premiership, contro gli Wasps alla Ricoh Arena di Coventry, e dovranno andare a vincere ad Exeter contro i Chiefs se vorranno tenere viva la possibilità di un secondo, clamoroso double.

Per i Sarries sarà la terza volta in finale della massima competizione europea, e per la terza volta si troveranno di fronte un’avversaria francese – dopo aver perso a Cardiff contro l’RC Toulon e vinto a Lione, come detto, contro il Racing 92 lo scorso anno.

Nonostante la sconfitta nell’ultima giornata di campionato, però, i Sarries arrivano in finale forti di un ruolino di marcia europeo impressionante, che li vede imbattuti nelle ultime 17 uscite – eguagliando il record stabilito da Leinster tra 2010 e 2012.

Ci sono solo due dei quattro scozzesi in forza ai Sarries nei 23 scelti da McCall – che schiera cinque Lions nel pack e uno – Farrell – nei trequarti, dove manca, come annunciato ad inizio settimana, Sean Maitland a causa dell’infortunio alla caviglia. Kelly Brown non è in squadra – ma ha comunque viaggiato con la squadra – mentre Jim Hamilton e Duncan Taylor sono in panchina.

Quando si giocano gare di questa importanza è sempre una questione di dettagli,” esordisce Mark McCall, DoR dei Saracens. “Clermont è una squadra che conosciamo bene e che ha grandi qualità. Sarà una gara che si deciderà nei minuti finali, almeno negli ultimi venti, ne sono convinto, perchè è quello che succede quando ci sono due grandi squadre che si sfidano tra loro.”

IMG_1582_Fotor
Alba Ovale – 2017

“Abbiamo un gruppo di ragazzi che sanno divertirsi ma cerchiamo sempre di trovare un equilibrio tra il lavoro duro e la costruzione dei rapporti fuori dal campo: quando dobbiamo lavorare, mettiamo la testa bassa e ci concentriamo solo su quello. Quest’anno ci è andata piuttosto bene, dal punto di vista degli infortuni, perchè a parte un paio di casi siamo rimasti in salute e pronti a giocare. Clermont, come dicono le statistiche, è la squadra migliore nel primo tempo – in attacco – e ha di solito cominciato le gare molto forte. Loro hanno un forte reparto dei trequarti che può mettere in difficoltà, ma se si scoprono anche noi possiamo fare male. Non posso dire se il loro sia il miglior attacco in Europa, ma ripeto loro hanno un bell’attacco. Sanno muovere bene l’ovale e sono pericolosi anche al piede tattico, sono una squadra molto forte.”

 

Noi comunque ci concentriamo solo su noi stessi, sappiamo cosa possiamo e dobbiamo fare e vogliamo cercare di mettere in campo le nostre caratteristiche. Sarebbe un gran risultato per Chris (Ashton) poter marcare la meta per diventare il miglior meta-man di sempre, ma francamente non ci interessa, dal punto di vista della squadra, chi sarà a marcare la meta decisiva.

Due delle qualità più importanti che abbiamo ai Saracens è essere determinati e non mollare mai, credo che queste siano caratteristiche di cui possiamo essere orgogliosi.
Brad Barritt, capitano dei Sarries, punta l’attenzione sulla capacità della squadra di restare recuperare anche nei momenti difficili. “Questo ci permette di continuare a lottare anche e soprattutto quando le gare entrano nel momento decisivo e la capacità di riprenderci anche quando attraversiamo qualche momento di difficoltà ci dà la possibilità di essere sempre competitivi.

Brad Barritt Saracens capitano Champions Cup 2017
Alba Ovale – 2017

Ci siamo costruiti questo pedigree europeo imparando dagli errori e dalle lezioni del passato; non è qualcosa che succede durante la notte, è un processo lungo in cui ci si deve impegnare per migliorare sempre. Abbiamo ancora tanta strada da fare, ma come detto siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto. Non abbiamo avuto un messaggio particolare in vista di questa gara, possiamo dire che il messaggio è stato costante attraverso tutta la stagione. Certo, possiamo pensare ad esempi di squadre che hanno raggiunto obiettivi fantastici, ma non abbiamo mai detto di voler costruire una legacy.”

Un giornalista dice che se i Sarries riusciranno a vincere il “double double” entreranno nel ristretto numero dei grandissimi di questo sport. Barritt dice che “sinceramente non è qualcosa cui abbiamo pensato ma ci siamo sempre focalizzati sul viaggio più che sulla meta da raggiungere, perchè vogliamo assaporare ogni momento. La grande lezione che abbiamo appreso lo scorso anno è stata questa, vedere il viaggio come processo tappa per tappa, e cercare di godere di ogni momento. Vogliamo migliorarci sempre come squadra.”

Duncan Taylor, centro scozzese, dice di essere “orgoglioso di essere stato inserito nel gruppo per la gara di domani. Sono ovviamente dispiaciuto per Sean (Maitland) che ha dovuto saltare la gara per infortunio; Edimburgo per me è casa e ci saranno molti parenti e amici che verranno a vedere la gara domani.”

Un successo domani regalerebbe ai Saracens la 100esima vittoria nelle coppe europee; finora, infatti, hanno raccolto 56 vittorie nella massima competizione e 43 in Challenge Cup.

Saracens: 15 Alex Goode 14 Chris Ashton 13 Marcelo Bosch 12 Brad Barritt (C) 11 Chris Wyles 10 Owen Farrell 9 Richard Wigglesworth 1 Mako Vunipola 2 Jamie George 3 Vincent Koch 4 Maro Itoje 5 George Kruis 6 Michael Rhodes 7 Jackson Wray 8 Billy Vunipola
Panchina: 16 Schalk Brits 17 Titi Lamositele 18 Petrus du Plessis 19 Jim Hamilton 20 Schalk Burger 21 Ben Spencer 22 Alex Lozowski 23 Duncan Taylor

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s