Challenge Cup Final 2017: Gloucester, “non vogliamo perdere occasione di vincere il Trofeo”

Alba Ovale – 2017

BT Murrayfield (Edimburgo) – Matt Scott titolare, mentre Greig Laidlaw partirà dalla panchina domani sera quando Gloucester scenderà in campo contro lo Stade Français per provare a vincere la terza Challenge Cup della sua storia – alla terza volta che i Cherry and Whites giocheranno la finale della seconda competizione europea per club.

Sarà comunque una sfida particolare per Laidlaw, all’ultima gara – potenzialmente, salvo partecipazione di Gloucester al playoff-qualificazione per la prossima edizione di Champions Cup – con il club del Kingsholm Stadium prima del passaggio, in estate, all’ASM Clermont.

Gloucester ha una tradizione favorevole nei confronti con squadre di TOP14, avendo vinto 10 delle ultime 11 sfide – unica sconfitta arrivata a La Rochelle nel quarto round della fase a gironi, sconfitta vendicata con gli interessi dai ragazzi del DoR David Humphreys che sono andati a violare il Marcel Deflandre in semifinale.

In una finale di coppa non si può rischiare di schierare un giocatore rientrato da poco da un infortunio al ginocchio,” dice il DoR dei Cherry and Whites rispondendo alla prima domanda che, ça va sans dire, gli chiede conto dell’esclusione del capitano dal XV titolare. “Siamo fortunati di poter contare in squadra due numeri nove eccezionali, Greig è tornato da poco a disposizione e sarà pronto a subentrare. Se vogliamo vincere il trofeo, dobbiamo essere tutti pronti.

La preparazione in questa settimana è andata bene, ci sono sempre grandi motivazioni quando si prepara una finale. Nelle ultime quattro/cinque settimane abbiamo giocato ogni partita come fosse una gara di coppa europea, perchè avevamo ancora qualche chance di qualificarci direttamente alla Champions Cup e non volevamo sprecare l’occasione, oltre alle gare del knock-out stage di Challenge Cup che abbiamo affrontato. Ci siamo quindi preparati molto bene, fisicamente e mentalmente, per la gara che affronteremo domani, una gara che sarà molto dura fin dall’inizio.

Gloucester conferenza stampa pre-finale di Challenge Cup
Alba Ovale – 2017

Lo Stade Français è un club che ha una grande storia, contro cui ho avuto modo di confrontarmi in passato; sono una squadra che ha dimostrato anche nelle ultime gare di essere un cliente sempre scomodo anche in Europa. Qualche anno fa, forse, si poteva pensare che se avessero avuto ancora l’obiettivo di vincere il titolo domestico avrebbero potuto magari focalizzarsi più su quello, ma contro gli Ospreys nei quarti e Bath in semifinale hanno dimostrato non solo di poter vincere, ma di farlo anche quando sono messi sotto pressione, rimanendo sempre concentrati e mostrando grande carattere. Sono un gruppo molto combattivo e nonostante tutto quello che è successo negli ultimi mesi fuori dal campo hanno sempre saputo dare battaglia quando serviva.

Una delle cose che più mi hanno soddisfatto delle ultime settimane è il modo in cui siamo stati capaci di adattarci sempre alla gara che stavamo giocando e all’avversario che ci siamo trovati di fronte,” continua Humphreys. “Siamo riusciti a gestire bene le diverse situazioni, calciando quando serviva e passando attraverso le fasi quando la gara lo richiedeva. Sappiamo che domani possiamo ancora fare la nostra gara, ma dovremo essere capaci di gestire bene il possesso e capitalizzare le occasioni che saremo capaci di creare.

Non credo che dover vincere la gara a tutti i costi per noi, per poter restare in corsa per la Champions Cup, sia un fattore particolarmente importante. Non tutti i giocatori hanno, durante la loro carriera, la possibilità di giocare una finale con il palio un trofeo e quella di domani sarà una grande occasione. Credo che domani la gara verrà decisa dai top-players che scenderanno in campo e si prenderanno carico delle giocate importanti nei momenti decisivi per vincere il titolo.

È un grande onore poter guidare la squadra da capitano domani,” dice Willi Heinz. Il mediano di mischia neozelandese guiderà la squadra al posto di Laidlaw, che siederà in panchina.
È stato un grande piacere poter guidare la squadra durante la stagione, quando Greig non era a disposizione e sono davvero molto contento di poterlo fare anche domani sera. Tutti i ragazzi sono entusiasti di poter giocare la partita di domani, siamo carichi e pronti alla sfida.”

Ho giocato in passato contro Genia in Super Rugby e posso dire che è davvero un gran giocatore, uno di quei giocatori capaci di leggere la partita e anche al breakdown e in fase difensiva sa dare i tempi giusti ai compagni. Personalmente è stato un periodo in cui mi sono dovuto concentrare sul rugby dell’emisfero nord, sul cercare di capire le diverse dinamiche rispetto a quelle cui ero abituato nell’emisfero sud e quando sono arrivato un anno fa non lo conoscevo molto. Grazie ai coach ho potuto imparare in fretta e crescere.

Abbiamo adesso occasione di vincere un trofeo e non vogliamo lasciarcela scappare,” chiude Heinz.

Gloucester Rugby: 15 Tom Marshall 14 Charlie Sharples 13 Matt Scott 12 Mark Atkinson 11 Jonny May 10 Billy Burns 9 Willi Heinz (C) 1 Josh Hohneck 2 Richard Hibbard 3 John Afoa 4 Tom Savage 5 Jeremy Thrush 6 Ross Moriarty 7 Lewis Ludlow 8 Ben Morgan Panchina: 16 Darren Dawidiuk 17 Yann Thomas 18 Paddy McAllister 19 Mariano Galarza 20 Freddie Clarke 21 Greig Laidlaw 22 Billy Twelvetrees 23 Henry Trinder

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s