Challenge Cup Final 2017: Gloucester e Stade Français, una lunga stagione giocata anche fuori dal campo

Gloucester Rugby festeggia la conquista della Challenge Cup allo Stoop (Credit: Stefano Pozzebon)

BT Murrayfield (Edimburgo) – Gloucester e Stade Français Paris scenderanno in campo domani sera – kick off 8pm – al BT Murrayfield per giocarsi la ventiquattresima finale di Challenge Cup – che, durante gli anni, ha avuto diversi nomi ma è sempre stata la seconda competizione europea per importanza.

I Cherry and Whites arrivano all’appuntamento al termine di una stagione agrodolce; in Aviva Premiership non sono riusciti a centrare l’obiettivo né dei playoff, né di chiudere nella top-six e dovranno sperare di conquistare l’accesso ai playoff-qualificazione per la prossima edizione di Champions Cup vincendo il trofeo domani sera.

Gloucester è stato vicinissimo all’acquisizione da parte del gruppo guidato da Mohed Altrad, già proprietario del Montpellier-Herault, ma il veto del board di Premiership Rugby di limitare l’acquisto delle quote al massimo al 20% ha portato l’industriale francese al ritiro dell’interesse.

Una decisione, quella dell’organismo che controlla il massimo campionato professionistico inglese, che non ha trovato tutti d’accordo; soprattutto Greig Laidlaw, capitano dei Cherry and Whites, si era detto “dispiaciuto per la mancata acquisizione, che avrebbe potuto portare Gloucester su un altro livello.”

Anche per lo Stade Français è stata un’annata particolare, giocatasi anche – e soprattutto meno di due mesi fa – fuori dal campo con l’annunciata fusione con i cugini del Racing 92 che ha portato i giocatori allo sciopero e i tifosi alla mobilitazione, finché i dirigenti dei due club coinvolti hanno deciso di fare marcia indietro.

Pascal Papé aveva espresso il suo pensiero sui social media ma in generale tutti i giocatori dello Stade (che non erano stati avvisati del progetto) si erano subito schierati contro la fusione, che avevano visto più come un’acquisizione da parte del proprietario del Racing 92, Lorenzetti, che una fusione.

Lo Stade non sta attraversando un momento felicissimo, dal punto di vista economico, ma creare un club ‘ibrido’ coi rivali cittadini non sembrava – e, almeno a chi scrive, continua a non sembrare – la migliore soluzione.

Lo sciopero, che ha portato al rinvio di una gara dopo l’intervento della LNR, ha fatto cambiare idea ai due proprietari ma, scampato il pericolo, gli Stadistes dovranno sperare di vincere il playoff-qualificazione se non vorranno giocare in Challenge Cup anche il prossimo anno. Parisse e compagni, infatti, non sono riusciti a chiudere la regular-season nella top-six arrivando alle spalle proprio del Racing 92, che ha vissuto la sua peggiore annata europea uscendo dalla Champions Cup già in dicembre.

Sarà la quarta volta che le due squadre si incontrano in Europa, la seconda in una gara ad eliminazione diretta – lo Stade ha vinto tutte le tre precedenti sfide, tra cui il quarto di finale di Challenge Cup giocatori nel 1998 in quella che era allora nota come European Conference, vinta poi da Colomiers nella finale su Agen.

Tre sembra essere il magic number della sfida, perchè Gloucester proverà a vincere la terza finale di Challenge Cup dopo le due vittorie contro i London Irish nel 2006 e Edinburgh Rugby nel 2015 – entrambe le finali si sono giocate allo Stoop di Londra – mentre lo Stade vorrà evitare la terza sconfitta in altrettante finali, dopo aver perso nel 2011 contro gli Harlequins (a Cardiff) e nel 2013 a Dublino contro Leinster.

Gli Stadistes, oltretutto, giocheranno la seconda finale europea al Murrayfield, dopo quella persa contro lo Stade Toulousain il 22 maggio 2005; Gloucester ha invece vinto l’ultima gara giocata nella Highland Cathedral nel dicembre 2013, valida per la fase a gironi della Heineken Cup 2013/14 contro Edinburgh Rugby.

Negli anni recenti si è molto spesso parlato della ‘mancanza di confidenza’ dell’ASM Clermont nelle finali europee, ma la prospettiva di perderne cinque – su cinque – non lascia sicuramente tranquilli i Parisiennes in vista della gara di domani…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s