PRO12: 1872 Cup, Horne: “vogliamo dare a Townsend il miglior addio possibile”

Peter Horne
Alba Ovale – 2017

È un vero peccato. Non sono contento, e non sono l’unico nella squadra, della piega presa da questa stagione, soprattutto per il modo in cui si sta chiudendo. Ci sembra sbagliato non poter giocare la semifinale al termine della regular season, e per questo non abbiamo nessun altro da incolpare se non noi stessi, perchè quest’anno non siamo stati sufficientemente bravi.

Peter Horne, trequarti dei Warriors e della Scozia, non si nasconde ai microfoni della BBC e confessa tutta la sua delusione per una stagione, l’ultima di Townsend alla guida del club, che poteva e doveva finire diversamente.

È veramente orribile che la stagione si chiuda prima per noi, ma almeno questo fatto ci lascerà più fame in vista del prossimo anno. Ci riposeremo, poi torneremo ad allenarci con ancora più convinzione e dedizione.

Tuttavia,” continua il Centurion dei Glaswegians, “questo non vuol dire che la stagione sia stata un disastro. Abbiamo fatto bene in Europa e abbiamo raccolto qualche bella vittoria.

Townsend guiderà per l’ultima volta i Warriors ma, ho l’impressione, non sarà l’unico a lasciare il club al termine della stagione. Horne non può trattenere parole di elogio per l’head coach, che ha portato i Glaswegians sul trono celtico nel 2015 e rotto, dopo tanti tentativi, l’incantesimo europeo – con i Warriors che quest’anno si sono qualificati, per la prima volta nella loro storia, per la fase ad eliminazione diretta della massima competizione europea.

È difficile descrivere quanto Gregor abbia fatto per questo club; si può dire che ci ha portati su un altro livello. Siamo passati ad avere mille spettatori – quando ci andava bene! – al Firhill ad avere lo Scotstoun sold-out ogni settimana, qualunque avversario ci trovassimo ad affrontare. Lo stile di gioco che abbiamo messo in campo ha portato Gregor alla ribalta e sono convinto che praticamente tutti i club siano stati interessati a lui.

Adesso resta solo la sfida contro Edinburgh, ultimo incontro della stagione di Guinness PRO12 e buona occasione per chiudere l’annata con il sorriso. “È facile essere concentrati sulla prossima partita, perchè è una di quelle che vogliamo sempre vincere. Abbiamo ancora tanto da giocarci, come squadra, perchè vogliamo regalare al nostro staff tecnico il miglior addio possibile, oltre al rispetto che abbiamo per molti giocatori che lasceranno il club al termine della stagione. Oltretutto, a livello più personale, sarà l’ultima occasione per metterci in mostra in vista delle convocazioni per il tour estivo. Mi aspetto una bella partita, anche perchè ci sarà in palio la 1872 Cup, che non vinciamo da due stagioni.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s