BT Cup: Ayr, solo qualche ritocco per la caccia al double

Ayr vs Melrose BT Premiership 2017
Alba Ovale – 2017

BT Murrayfield (Edimburgo) – Dopo il successo ottenuto sabato scorso al Greenyards, che ha permesso ai rosanero di riportare nell’Ayrshire la BT Premiership – che mancava dal 2013 – Ayr è adesso ad ottanta minuti dal double, ma nonostante il risultato ottenuto nell’ultima sfida, coach Calum Forrester e i suoi ragazzi sanno che sarà tutt’altro che facile avere ancora la meglio su Melrose.

Non sarà la stessa sfida, nonostante non credo dovremo fare cambi drastici alla squadra che ha vinto la Premiership sabato. Ci sono un paio d’aree di miglioramento su cui ci focalizzeremo in settimana, non siamo stati perfetti in alcune zone del campo – come la touche – e sappiamo che dobbiamo migliorare se vogliamo vincere ancora. Possiamo dire che l’obiettivo è di giocare la stessa partita di sabato ma essendo più precisi in quelle aree dove siamo mancati un pò, di essere più efficaci.

Questo gruppo di giocatori ha imparato moltissimo lo scorso anno, giocando i playoffs,” continua Forrester “e quest’anno, come detto, dobbiamo cercare di scendere in campo ed essere più precisi. Abbiamo un gruppo molto affiatato, con un giusto mix di giovani ed esperti che si completano a vicenda. Ci sono giocatori, come Scott Sutherland e Grant Anderson, che hanno vinto tutto con la maglia di Ayr negli ultimi anni e settimana scorsa hanno spiegato ai più giovani cosa voleva dire per noi essere arrivati a giocarci la finale e avere la possibilità di vincere. Avere giocatori così esperti ci ha permesso di integrare i giovani nell’ultimo anno e mezzo e creare questo gruppo.”

Non credo sia un problema aver vinto sabato, perchè i ragazzi sono sempre motivati e giocare questo tipo di partite è l’obiettivo di tutti. Abbiamo elementi come Will Bordill e Ross Curle che vorranno lasciare con un altro titolo, siamo fortunati ad avere un giocatore come Staff (Stafford McDowall) un trequarti alto 6 ft 2 in (circa 1,89 m) con una grande visione di gioco e capace di dare il ritmo giusto alle nostre giocate; con l’U20 ha giocato in diverse posizioni e per noi averlo a primo centro è un enorme vantaggio.

Quando sono tornato ad Ayr nel 2012 abbiamo vinto subito il double – ero il capitano – e ricordo che la finale giocata qui è stata incredibile, siamo andati ai supplementari. Sono fortunato ad avere due assistant coach di grande esperienza che mi possono aiutare nella mia nuova carriera da coach,” chiude Forrester.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s