BT Cup: Melrose pronto per la finale. Ma non sarà una rivincita

Melrose RFC
Alba Ovale – 2017

BT Murrayfield (Edimburgo) – “Cosa dobbiamo fare di diverso rispetto a sabato… Vincere la partita?Robert Chrystie, head coach di Melrose, inizia con una battuta l’incontro con la stampa in programma oggi alla Highland Cathedral, in previsione della gara di sabato, la finale di BT Cup che metterà di fronte i Borderers contro Ayr nel replay della finale di BT Premiership giocatasi sabato al Greenyards. Per i Borderers, oltretutto, ci sarà la possibilità non solo di chiudere la stagione con un trofeo – i gialloneri hanno già vinto la Charity Shield battendo in agosto gli Heriot’s al Goldenacre – ma anche di vendicare la sconfitta patita lo scorso anno quando furono i Nails a vincere la BT Cup.

“Scherzi a parte, sarà una partita diversa e una sfida che non vediamo l’ora di giocare. Sappiamo che dobbiamo fare meglio alcune cose, ci lavoreremo in settimana durante gli allenamenti e ci faremo trovare pronti. Non credo che lo stadio faccia una grande differenza; sia chiaro, giocare al BT Murrayfield è il sogno di tutti i giocatori fin da ragazzini e siamo tutti eccitati dalla possibilità di scendere in campo su questo terreno e noi cercheremo, come detto di fare meglio.

Sabato abbiamo avuto le nostre chance, creato occasioni ma non siamo stati capaci di concretizzarle,” continua Chrystie. “Dobbiamo cercare di capire cosa non ha funzionato, creare ancora di creare occasioni e stavolta essere capaci di prenderci anche punti. Siamo motivati, non c’è dubbio, abbiamo qualche giocatore infortunato ma domani sera quando ci ritroviamo cercheremo di capire come stiamo tutti. Noi dobbiamo focalizzarci su noi stessi, sappiamo che possiamo fare molto meglio e ce lo siamo anche detti sabato dopo la partita. Adesso dobbiamo pensare solo alla prossima gara.

Quando entri in campo a gara in corso vuoi sempre cercare di lasciare il segno ma non sempre è facile,” dice Bruce Colvine, capitano dei gialloneri che sabato è partito dalla panchina ma nella finale di BT Cup, molto probabilmente, partirà nel XV titolare.

Ci abbiamo provato fino alla fine, a ribaltare la gara ma sfortunatamente nell’ultima rimessa laterale loro sono stati bravi a rubare l’ovale e la gara si è poi chiusa poco dopo, senza che noi potessimo fare altro. Certo, possiamo pensare ‘se la touche fosse andata in maniera diversa…’ ma queste cose fanno parte del gioco, ci siamo andati vicino ma non abbastanza. Il risultato di sabato, però, ci ha dato indicazioni sul fatto che il margine tra noi e loro è davvero molto, molto stretto e sappiamo che possiamo, facendo meglio alcune piccole cose, ribaltare l’inerzia nella prossima gara – e speriamo che, stavolta, il risultato sorrida a noi.”

Certo, ripeto, perdere così fa male ma va dato merito ad Ayr per aver meritato la vittoria. Sabato ci siamo trovati a dover giocare in spazi ristretti e sotto pressione, una situazione in cui molto raramente ci siamo trovati durante l’anno perchè a noi piace giocare un rugby più aperto. Ma, come detto, la gara si è decisa in alcuni dettagli e durante la settimana non dovremo rivoluzionare il nostro impianto di gioco, semplicemente rivedere le cose che non sono andate bene e sistemarle. La squadra ha dato tutto sabato scorso in campo e sono sicuro sia pronta a dare ancora tutto sabato prossimo nella finale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s