PRO12: Edinburgh a Treviso per fermare la striscia negativa

edinburgh rugby treviso benetton pro12 guinness
Alba Ovale – 2016

Sabato sera Edinburgh Rugby scenderà in campo a Monigo contro il Benetton Rugby per cercare di salvare l’onore e di chiudere nel miglior modo possibile una stagione cominciata male e che rischia ormai di finire anche peggio.

I Gunners, infatti, occupano la nona posizione nella classifica di Guinness PRO12, la prima posizione ‘inutile’ (non porta, infatti, né in Champions Cup direttamente, né agli spareggi contro la settima classificata di Aviva Premiership o TOP14) alla guida del gruppetto di squadre che cerca di evitare l’ultimo posto.

Edinburgh, con 23 punti, ha un vantaggio di otto punti sugli avversari del prossimo turno, il Benetton Rugby, che al momento siedono sul fondo della classifica con 15 punti; Treviso, però, è ancora in corsa con le Zebre per un posto in Champions Cup e dopo il successo (clamoroso ma strameritato) raccolto contro gli Ospreys sa che tra le mura amiche può fare risultato con chiunque.

Il problema dei Leoni, però, è quest’anno la continuità, non tanto di risultati, ma piuttosto di prestazioni; al successo sui Gweilch, infatti, è seguito il tracollo di Llanelli e nonostante le attenuanti del caso – gli Scarlets sono in corsa per il quarto posto e sapevano che con un successo pieno avrebbero scavalcato Ulster, conoscendo i risultati delle avversarie – è l’atteggiamento del club della Marca che non è piaciuto.

Edinburgh è reduce da sette sconfitte consecutive in PRO12 e non ha mai vinto nel 2017, avendo raccolto l’ultimo successo a Parma ad Hogmanay contro le Zebre – vendicando, oltretutto, la sconfitta rimediata un paio di mesi prima al BT Murrayfield.

Non a caso, il prossimo head coach, Richard Cockerill – intervistato dallo Scotsman – dice che “ho avuto un meeting con Scott Johnson (DoR della Scottish Rugby) e Mark Dodson (CEO della Scottish Rugby) durante il quale mi hanno spiegato la loro vision per Edinburgh Rugby. Glasgow ha fatto incredibilmente bene e anche la Scozia ha ottenuto risultati importanti. The next club to sort out is Edinburgh (…) Qui il budget non è paragonabile a quello che avevamo a disposizione ai Leicester Tigers e il parco-giocatori non è altrettanto buono. Ci sono meno aspettative, ma tanti buoni giovani che sono sicuro potranno trarre beneficio dalla mia esperienza. La vera sfida consisterà nell’aiutare loro nella crescita e nel contempo portare il club ad essere competitivo e a lottare per salire in classifica e guadagnarsi il rispetto delle avversarie. Per ragioni che non conosco, il club si è un pò perso per strada e spero di essere sufficientemente bravo per aiutarlo a tornare sulla rotta giusta e migliorare. Vedremo fra tre anni cosa sarò riuscito a fare.”

L’analisi del futuro head coach è implacabile, forse, ma colpisce nel segno. I Gunners, anche contro Connacht venerdì scorso, sono apparsi una squadra senza un’identità, senza una leadership e senza una meta da raggiungere. Forse solo i NG Dragons, come il club della capitale scozzese, arrivano al finale di stagione senza più obiettivi e la sfida che si giocherà tra due settimane al Myreside si presenta come un vero spareggio tra le due delusioni del PRO12, edizione 2016/’17.

Salvare l’annata sarà difficile, anche con una vittoria nella Marca, ma un’eventuale sconfitta metterà i Gunners nella non invidiabile posizione di lottare per evitare il peggior piazzamento di sempre in PRO12 – al momento, l’undicesimo posto con cui Edinburgh ha chiuso nel 2011/12.

Poi, si aprirà il nuovo ciclo – e, c’è da scommetterci, saranno molti i volti nuovi quando i Gunners cominceranno a preparare la prossima stagione…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s