6 Nations: Duncan Weir, “non importa dove giochi quando giochi per la Scozia”

Alba Ovale – 2016

Oriam (Edimburgo) – “Ogni occasione che hai di giocare per il tuo Paese è sempre importante, non importa né dove giochi, né se parti dalla panchina. Sono estremamente orgoglioso di far parte dei 23 della Scozia; ovviamente Finn (Russell) ha avuto più occasioni di me di giocare finora ma questa è una scelta del coach che io rispetto in pieno. Abbiamo due stili diversi di gioco, io forse sono più del tipo ‘organizzativo’, mi piace avere tutti i compagni che giocano attorno a me e che sono tutti parti dell’azione; mi piace essere al centro dell’azione, di solito tocco l’ovale 50/60 volte ma sabato scorso, quando sono entrato (estremo, per necessità perchè la Scozia non aveva altre soluzioni possibili dopo gli infortuni di Hogg e Bennett) avrò visto la palla al massimo un paio di volte e sono uscito dal campo quasi convinto di non aver preso parte alla gara.

Duncan Weir, 26 caps con la Scozia, è prima di tutto un ragazzo serio e un professionista esemplare, sempre pronto quando sia il club, sia la Nazionale hanno avuto bisogno di lui a mettersi al servizio dei compagni e dello staff tecnico per dare il proprio contributo. Sabato scorso a Londra Duncan ha giocato anche estremo, rispondendo così alle critiche di chi lo vuole giocatore poco versatile e troppo ‘compassato’.

Duncan è un ragazzo onesto con se stesso, nell’analizzare le sue prestazioni e l’apporto che può dare alla Scozia, anche nell’ultima gara del 6 Nations contro l’Italia, un avversario che nel 2014 ha battuto con un drop perfetto a due minuti dallo scadere.

Quando sono sceso in campo con Irlanda e Francia, nei minuti che ho giocato, sono convinto di aver fatto il mio e di aver gestito bene le avanzate della squadra. Contro l’Italia sarà un’altra gara difficile, certo che mi ricordo il drop di Roma! Trovare il drop non è mai facile, dipende da come il tuo mediano ti offre l’ovale, da come l’azione si sviluppa e da altri fattori; vorrei dire che è una cosa che ti riesce dieci volte su dieci, ma non è così.

Si torna a parlare della sfida di Twickenham, chiusa dai Dark Blues con una sconfitta pesante sia in termini di risultato, sia in termini di mancata prestazione. Duncan, anche qui, si dimostra lucido e onesto nella sua disamina del match: “Non abbiamo giocato bene, non abbiamo messo in campo la performance che ci aspettavamo e in molte aree abbiamo concesso loro di metterci in grosse difficoltà. In settimana ci siamo ritrovati tutti, in gruppo, e abbiamo discusso quanto successo a Londra. Ci siamo detti che dovevamo imparare la lezione che abbiamo appreso sabato e reagire, perchè sabato giochiamo ancora al BT Murrayfield tutto esaurito, un posto sempre speciale per tutti noi. Dobbiamo scendere in campo convinti di poter chiudere il Torneo in crescendo con un risultato positivo. Sono praticamente certo, comunque, che sapremo sistemare gli errori commessi e che sabato giocheremo un’altra partita. Sabato, nel secondo tempo, abbiamo marcato due ottime mete e abbiamo provato a prenderci il punto di bonus offensivo, andandoci molto vicino dopo essere andati tre volte oltre la linea contro una delle migliori difese del Torneo.”

Siamo ancora al quinto posto nel ranking mondiale, e lo siamo per una ragione, perchè siamo migliorati e perchè ce lo siamo meritati. Come ha detto anche John (Barclay, che parlava prima di lui) quella di sabato è stato un incidente di percorso da cui sapremo riprenderci. Siamo un gruppo orgoglioso di giocatori che vogliono sempre fare bene quando indossano la maglia della Nazionale; siamo anche onesti con noi stessi, se le cose non vanno bene non abbiamo problemi ad analizzare i nostri errori per cercare di crescere e migliorare. Abbiamo grande fiducia nei nostri mezzi e nel fatto che, come detto, sapremo chiudere il Torneo in crescendo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s