6 Nations Femminile: Maggie Alphonsi, “Dalle Red Roses mi aspetto una prestazione clinical, disciplined and ruthless”

Angleterre_Canada__2nd_part059
Credit: I.Picarel/IRB

LondraMaggie Alphonsi, ex flanker della Nazionale inglese con cui ha raccolto 74 caps, vincendo anche la WRWC2014 in Francia, è da qualche anno commentatrice per ITV.

Maggie, che ha rivestito numerosi ruoli di ambasciatrice del rugby in Inghilterra, ha anche una rubrica fissa – “The Maggie Alphonsi column” – in cui presenta la gara delle Red Roses.

Questa settimana ha discusso quanto successo nel match contro l’Italia in ottica-Scozia, e le parole di Alphonsi ci aiutano a capire meglio cosa attenderà Lisa Martin e compagne allo Stoop domani.

Ogni squadra che affronta le Red Roses nel Women’s Six Nations è sempre pronta e carica, perchè l’Inghilterra rappresenta uno ‘scalpo’ importante; nella sfida contro la Scozia, però, va anche aggiunto che c’è da sempre una certa rivalità,” comincia così l’articolo – che potete leggere seguendo questo link – in cui Alphonsi fa anche i complimenti alle avversarie di giornata, riconoscendo la crescita della Scozia, capace di battere il Galles dopo sette anni di magra e “(…) What a statement it would be for them to beat the Red Roses as well.

Alphonsi riconosce l’impatto di Jade Konkel (assente domani) come prima ‘pro’ scozzese, che è diventata una fonte di ispirazione per tutte le sue compagne, e il lavoro di Shade Munro come head coach.

La parte dell’articolo che dovrebbe, però, preoccupare maggiormente chi ha a cuore le sorti scozzesi arriva in fondo. Perché Alphonsi crede che le Red Roses “avranno imparato molto dalla sfida contro l’Italia, che nei primi venti minuti ha aggredito subito in ogni zona e credo la Scozia proverà a fare altrettanto (…) Sono anche convinta che l’Inghilterra riuscirà a tenere la pressione alta per ottanta minuti, anche perchè la Scozia ha dimostrato finora di essere una squadra capace di tenere per tutta la partita“.

Per Alphonsi le chiavi della gara saranno “difesa e disciplina, l’Inghilterra non dovrà lasciare spazio alle ball-carrier scozzesi e dovrà essere determinata in fase difensiva, chiudendo loro tutti gli spazi” in una gara che si comincerà a giocare “fin dagli inni nazionali.”

In chiusura, Maggie chiede alle Bianche di restare concentrate sulla gara, lasciando da parte ogni pensiero di Grand Slam, augurandosi di vedere una performance “clinical, disciplined and ruthless.

La Scozia è avvisata: l’Inghilterra “are favourites to win this match and they are capable of getting a good win.” Tocca a Lisa Martin e compagne, adesso, cercare di battere anche il pronostico avverso per scrivere una nuova pagina di storia.

Advertisements

One thought on “6 Nations Femminile: Maggie Alphonsi, “Dalle Red Roses mi aspetto una prestazione clinical, disciplined and ruthless”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s