6 Nations Femminile: Sarah Law, “pronte mentalmente per la sfida all’Inghilterra”

Alba Ovale - 2017
Alba Ovale – 2017

Oriam (Edimburgo) – “Sarah Law si prepara a battere il calcio di punizione più importante della sua carriera internazionale”, ha detto il commentatore televisivo della gara contro il Galles un attimo prima che il mediano di mischia mandasse tra i pali l’ovale, regalando alla Scozia un successo che mancava dal febbraio 2010.

Come ci si prepara, per un appuntamento del genere? “Sono d’accordo, quello è stato forse il calcio più importante della mia carriera ma in quel momento non ci ho pensato molto, ho solo fatto quello che faccio in allenamento e tutte le volte che devo prepararmi per un piazzato. Di solito è Lana (Skeldon) che si incarica dei calci da lontano ma dopo una piccola discussione tra di noi in campo Lana mi ha detto di calciare; sono contenta di essere riuscita a mandare il calcio tra i pali, che ci ha ripagate per il grande lavoro fatto da tutta la squadra.

Dopo quel calcio sono uscita dal campo, la sostituzione era già prevista quindi il calcio è stata l’ultima cosa che ho fatto… È una sensazione indescrivibile, quella che abbiamo vissuto settimana scorsa dopo la vittoria contro il Galles perchè era da molto tempo che vincevamo più una partita al 6 Nations e finalmente ci siamo riuscite. È stata dura, negli ultimi anni siamo passate anche attraverso momenti difficili ed avere quel risultato è stato incredibilmente bello!”.

La sfida contro l’Inghilterra è la nostra seconda trasferta. L’atmosfera che si respira in Francia è unica, credo che da nessun’altra parte ci sia un pubblico così caldo e rumoroso per tutta la partita, ma anche contro il Galles in casa, al Broadwood Stadium, i nostri tifosi sono stati fantastici, ci hanno sempre aiutato nei momenti difficili e sostenuti quando avanzavamo, ci stiamo abituando a giocare davanti ad un pubblico numeroso. L’Inghilterra ci metterà di fronte una sfida diversa, loro sono campionesse del mondo in carica e stanno mostrando anche in questo 6 Nations il loro valore, ma noi siamo cambiate, crediamo molto di più in noi stesse e sono convinta che arriveremo a quella gara pronte, sia fisicamente, sia mentalmente.”

La meta di Lisa Thomson ha cambiato la gara contro il Galles, perchè andare a riposo sotto solo di una meta ci ha messo nella migliore condizione mentale per tornare in campo; sono contenta di aver partecipato all’azione della seconda meta (Jade Konkel ha offerto a Sarah l’offload, prima che la mediana servisse Rhona Lloyd in sostegno), ho chiamato l’ovale a Jade ma non mi aspettavo lo passasse così!”

Non conosco bene quello che sta succedendo in Inghilterra al momento, ma dal nostro punto di vista posso dire che le BT Academies hanno giovato moltissimo al nostro movimento, portando un cambiamento fondamentale nel rugby femminile scozzese.”

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s