PRO12: Hodge, “testa solo agli Ospreys, non alla Challenge Cup”

img_9373_fotor
Alba Ovale – 2016

Myreside Pavillion (Edimburgo) – “Abbiamo cercato di lavorare molto sulla tenuta fisica e mentale della squadra per tutta la durata della gara,” dice Duncan Hodge, Acting Head Coach di Edinburgh Rugby, in vista della sfida di stasera contro gli Ospreys.

Nelle ultime uscite i Gunners hanno visto sfuggire le partite negli ultimi vent minuti, dopo un’ora di gioco in cui erano in controllo – contro avversari come Munster e Cardiff Blues.

Sappiamo che stavolta possiamo restare in gara, possiamo controllare questo fattore; poter contare ancora su giocatori di esperienza come Dickinson aiuta, nonostante è molto probabile che nei minuti finali non sia più in campo. Non sono scuse, ma un fattore potrebbe essere, come detto, dover fare a meno di giocatori esperti e dover far scendere in campo una squadra giovane, oltre ad errori individuali che possono compromettere il lavoro fatto prima. Quando siamo sotto pressione, andiamo un po’ in difficoltà e questo è molto frustrante, per tutti noi, specialmente nell’ultima gara. Sono convinto, però, che sapremo imparare dai nostri errori.

Il rientro di Giclhrist è importante, per le rimesse laterali e per l’esperienza che porta dal camp con la Scozia. Ha giocato bene nell’ultima gara prima del 6 Nations e anche per questo è positivo riaverlo a disposizione, ci porta valore in rimessa, come detto, ma anche come ball-carrier e uomo di movimento, col lavoro che ci si aspetta da una seconda linea. E come detto per Dicko, anche Gilcko ci porta una grossa mole di esperienza.

Edinburgh Rugby è ormai fuori dalla corsa alla top-six celtica, unico obiettivo stagionale in Guinness PRO12, e deve usare le due gare di marzo – stasera contro gli Ospreys, venerdì 24 dopo la pausa per il 6 Nations in trasferta a Llanelli contro gli Scarlets – per preparare al meglio il quarto di finale di Challenge Cup contro La Rochelle. Hodge, però, al momento vuole solo pensare alla gara contro i Gweilch.

“Cerchiamo di fare bene in ogni gara che affrontiamo, e posso dire per certo che al momento non stiamo pensando alla gara di Coppa, non stiamo pensando a nient’altro eccetto alla gara contro gli Ospreys, perchè vogliamo vincere. Non posso essere più chiaro di così, perchè manca ancora un mese e può succedere di tutto. Gli Ospreys sono un’ottima squadra, con giocatori molto forti, ma sappiamo che possiamo metterli in difficoltà seguendo il game-plan che abbiamo studiato, ci sono aree dove possiamo vincere la partita, eseguendo bene quanto preparato in settimana. Dovremo essere capaci di giocare il nostro rugby, come detto loro sono un’ottima squadra ma noi dobbiamo pensare a concentrarci solo su noi stessi.”

“Siamo corti in terza linea, per questo abbiamo in panchina due seconde linee come copertura e, se saremo costretti, potremmo chiedere a Chris Dean di tornare a giocare lì, dove non gioca da almeno cinque anni… Abbiamo Fraser MacKenzie, Jason Tovey e Jack Cosgrove fuori per infortunio, tra gli altri, mentre Tom Brown e Sean Kennedy sono stati convocati con la Scozia Sevens (impegnata a Las Vegas). In questo periodo dell’anno tutti devono fare i conti con gli infortuni, il rugby sta diventando uno sport ancora più fisico ma se da un lato devi fare a meno di giocatori esperti, dall’altro i più giovani trovano spazio. La nazionale Sevens aveva disperato bisogno di giocatori e tolti i giocatori che partono nel XV titolare per noi, gli altri non erano condonabili dalla Scozia – Junior Rasloea e Mike Allan. Mentre Sean stava pensando da qualche settimana alla chiamata, Tom non era previsto ma siamo piuttosto coperti all’ala e non abbiamo voluto dire no, nell’ottica della collaborazione.”

“Glenn Bryce parte 13, dove ha già giocato parecchie volte quando era a Glasgow. Ha già giocato anche qui sia 13, sia 15 ed è uno dei suoi punti di forza la versatilità, il poter coprire più posizioni e credo che settimana scorsa abbia fatto bene. Non è facile adattarti in un’altra posizione se giochi estremo tutta la stagione ma, ripeto, lui ha fatto molto bene.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s