6 Nations Femminile: Balmer, “la performance contro l’Irlanda sia d’ispirazione”

Alba Ovale - 2017
Alba Ovale – 2017

Oriam (Edimburgo) – “La cosa che ci ha lasciato più soddisfatte dell’ultima gara? Decisamente la nostra performance, il fatto che siamo riuscite a mettere in pratica in campo quello che abbiamo preparato durante gli allenamenti. In difesa abbiamo fatto bene, Shade (Munro) ci ha detto che è stata la miglior prestazione difensiva da quando è in carica come head coach e adesso vogliamo continuare così.

Tracy Balmer, pilone della nazionale scozzese, quando parla durante l’incontro alla stampa ha ancora negli occhi la partita di venerdì scorso, quando la Scozia è arrivata vicinissima a prendersi un risultato positivo contro l’Irlanda, chiudendo in un anno il gap con una delle migliori nazionali femminili al mondo.

È stato molto brutto perdere così, all’ultima azione e in quel modo, ma la nostra performance è stata così positiva, siamo migliorate così tanto rispetto all’anno scorso che il tempo della delusione è stato piuttosto breve, perchè se ripensiamo a com’è andata la partita non possiamo non essere soddisfatte. Sapevamo che sarebbe stato molto lavoro per noi, perchè partivamo leggermente più indietro rispetto alle altre squadre, ma abbiamo ridotto il gap in brevissimo tempo; aver tenuto l’Irlanda sul 15-15 così a lungo, con la possibilità anche di vincere la gara, è stato molto bello. Siamo migliorate tantissimo e vogliamo continuare a fare ancora meglio contro la Francia.

Balmer è anche decisa nel rispondere alla domanda se la sconfitta di venerdì sia la delusione più grande dell’ultimo periodo: “No, anche quando abbiamo perso contro la Spagna nello spareggio qualificazione per la WRWC eravamo molto dispiaciute. Ma quella di venerdì scorso è stata un’ulteriore prova del nostro miglioramento; noi sappiamo di essere cresciute, ci alleniamo bene ma solo quando giochiamo una partita possiamo dimostrare a tutti, anche a noi stesse, che siamo effettivamente sulla strada giusta.

Sabato prossimo la Scozia scenderà in campo a La Rochelle contro la Francia, un’avversaria sempre difficile da affrontare – specialmente in casa – ma contro cui, lo scorso anno, le Dark Blues hanno giocato la loro miglior partita nell’ultimo 6 Nations.

La Francia viene da una sconfitta cui vorranno porre rimedio il prima possibile, e in casa sanno essere un’avversaria ostica ma sono sempre una grande squadra da sfidare. Mi aspetto un grande pubblico e una grande atmosfera, ma lo scorso anno siamo riuscite a tenerle a bada fino alla fine del primo tempo (prima che una meta tecnica cambiasse l’inerzia del match) e abbiamo fiducia, perché pensiamo di potercela giocare contro di loro anche quest’anno. Loro hanno una prima linea molto potente, sono molto fisiche e hanno un vantaggio dal punto di vista del peso del pack, ma noi abbiamo lavorato molto duro focalizzandoci sull’esecuzione della mischia e se riusciremo a giocare come sappiamo potremo metterle in difficoltà.

Tracy, che fino all’anno scorso era il capitano della Scozia, è nata a Lewisham, un quartiere di Londra, dove i suoi genitori erano di stanza (erano nell’esercito britannico) ma si sente scozzese e ha sempre tifato Scozia, ci tiene a precisare.

I miei genitori erano di stanza a Lewisham (ci siamo poi spostati in Germania e in altri posti) e per questo sono nata in Inghilterra, ma mio papà è di Ayr e abbiamo sempre visto il 6 Nations insieme tifando per la Scozia. Io sono cresciuta rugbisticamente in Inghilterra, ma poco dopo essere entrata nel giro del rugby regionale ho parlato con Donna Kennedy, che allora era il mio coach, che mi ha messo in contatto con chi era responsabile del processo di selezione nella Scottish Rugby con cui ho iniziato poi ad allenarmi.

Balmer, con 39 caps, è una delle giocatrici più esperte del gruppo di Munro ed è uno dei punti di riferimento per le compagne più giovani. “Sono impressionata dalla qualità delle ragazze più giovani che sono entrate nel nostro gruppo. Hanno l’attitudine giusta, sono concentrate mentalmente e sono anni luce avanti rispetto a quando, per esempio, io sono entrata nel gruppo della nazionale. È un piacere vedere queste qualità, che nonostante mettano noi ‘anziane’ in competizione per un posto, sono una certezza per il futuro del nostro movimento.

Jade (Konkel) può competere con chiunque, avere una giocatrice del suo calibro in squadra e in terza linea, che sa cosa fare e che può sempre creare pericoli agli avversari, è una gran cosa; è bello sapere che Jade sarà, se manteniamo il possesso in mischia, poco dopo avanti a noi cercando di avanzare con l’ovale in mano; è una giocatrice chiave per noi, ma devo ammettere che tutte le ragazze sono importanti per questo gruppo.

Advertisements

One thought on “6 Nations Femminile: Balmer, “la performance contro l’Irlanda sia d’ispirazione”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s