Champions Cup: Warriors, battere Munster per continuare a sognare i quarti

img_6050_fotor
Alba Ovale – 2015

I Glasgow Warriors sono pronti alla ‘grande sfida’ di domani pomeriggio, quando alle 5.30pm scenderanno in campo contro Munster nel quinto turno di Champions Cup, in quella che è stata ormai definita un po’ da tutti ‘la gara più importante dei Warriors’ e il ‘big-match di giornata’.

I Glaswegians vogliono salutare coach Townsend regalandogli il passaggio ai quarti della massima competizione europea – traguardo, finora, mai raggiunto – e, forse per la prima volta, hanno il loro destino europeo nelle loro mani.

Come abbiamo già detto, però, ci sono troppe variabili da considerare e, anche per mantenere il focus altissimo, è importante concentrarsi solo sul prendersi una vittoria domani.

Anzitutto, vanno dimenticate tutte le gare giocate finora, perchè i Glaswegians non sono stati mai capaci – gara contro i Tigers a parte, ma quella sera porta il marchio indelebile di Leonardo Sarto, magnifico in quella che sarebbe stata, purtroppo, la sua ultima gara stagionale – di prendersi un punto di bonus offensivo. Munster, invece, ne ha presi tre e sono proprio quelli a fare la differenza in classifica.

Munster è in forma strepitosa, come ha dimostrato sabato contro il Racing 92 – gara che abbiamo guardato fino al 50’prima di spegnere la tv“, scherza, ma non troppo, Townsend. “Molto probabilmente calcerà più di quanto ha fatto Cardiff, ma in linea di massima non ci aspettiamo che vengano allo Scotstoun sperimentando un tipo di gioco diverso da quello che è il loro standard. Sono molto fisici negli avanti, hanno una grande difesa e in generale giocano un rugby molto intelligente.

Per quanto riguarda noi, spero che nelle ultime tre gare abbiamo cominciato a mettere in campo il rugby a noi più congeniale entrando in forma, come ci aspettavamo durante l’estate perchè questo è il periodo dell’anno in cui di solito giochiamo il nostro miglior rugby.” Gli anni scorsi, però, non è bastato entrare in forma a gennaio per prendersi il biglietto per i quarti. Quest’anno, i Warriors sono chiamati a fare, se possibile, quel ‘qualcosa in più’ e, soprattutto, dovranno essere capaci di capire cosa sia e metterlo in campo già domani.

Tommy Seymour (man of the match settimana scorsa contro i Blues) parte titolare a formare con il rientrante Stuart Hogg e Lee Jones il triangolo allargato degli scozzesi.
Finn Russell agirà in mediana con Ali Price, confermata come la coppia al centro formata da Dunbar e Bennett. Nel pack due cambi in prima linea, col ritorno di Brown e Fagerson, mentre in terza linea Ryan Wilson si sposta openside al posto di Favaro, con Harley blindside e Strauss che torna nella sua più naturale posizione di numero 8.

Rassie Erasmus cambia quattro elementi rispetto alla squadra che si è imposta senza problemi a Colombes sul Racing 92; tre di questi sono nel pack, con il ritorno del pilone sinistro Dave Kilcoyne in prima linea, Donnacha Ryan che si scambia di lato con Jean Kleyn, che ha recuperato dall’influenza che lo aveva costretto a saltare il match in Francia e debutterà in Europa con la maglia Rossa, mentre in terza linea Jack O’Donoghue sostituisce l’infortunato Tommy O’Donnell in terza linea.

L’unico cambio nei trequarti è il ritorno di Keith Earls all’ala; confermate quindi le coppie Conor Murray-Tyler Bleyendaal in mediana e Rory Scannell-Jaco Taute al centro. Zebo ancora estremo, Keatley e Saili, tra gli altri, in panchina.

Dirige la gara l’inglese Luke Pearce. Munster andrà in caccia del quarto successo consecutivo in Europa, risultato che ha ottenuto per la prima volta nel 2011, ma ha perso l’ultima gara giocata in Scozia – contro Edinburgh al Murrayfield nel gennaio 2013. I Warriors, invece, cercheranno di mettersi nelle migliori condizioni possibili per giocarsi i quarti nell’ultima giornata. Previsti cielo coperto, con temperatura attorno ai 3°C e vento a 4mph.

Glasgow Warriors: 15. Stuart Hogg 14. Tommy Seymour 13. Mark Bennett 12. Alex Dunbar 11. Lee Jones 10. Finn Russell 9. Ali Price 1. Gordon Reid 2. Fraser Brown 3. Zander Fagerson 4. Tim Swinson 5. Jonny Gray (C) 6. Rob Harley 7. Ryan Wilson 8. Josh Strauss
Panchina: 16. Pat MacArthur 17. Alex Allan 18. D’arcy Rae 19. Matt Fagerson 20. Chris Fusaro 21. Grayson Hart 22. Nick Grigg 23. Peter Murchie

Munster: 15 Simon Zebo 14 Andrew Conway 13 Jaco Taute 12 Rory Scannell 11 Keith Earls 10 Tyler Bleyendaal 9 Conor Murray 1 Dave Kilcoyne 2 Niall Scannell 3 John Ryan 4 Jean Kleyn 5 Donnacha Ryan 6 Peter O’Mahony (C) 7 Jack O’Donoghue 8 CJ Stander
Panchina: 16 Rhys Marshall 17 James Cronin 18 Thomas Du Toit 19 Dave Foley 20 Billy Holland 21 Duncan Williams 22 Ian Keatley 23 Francis Saili

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s