Challenge Cup: Edinburgh, il rinnovo di Watson apre la settimana che porta alla sfida coi Quins

Alba Ovale - 2016
Alba Ovale – 2016

Edimburgo – Hamish Watson ha rinnovato per altre due stagioni il contratto che lo lega ad Edinburgh Rugby, dando un’ottima notizia nella settimana che porta alla decisiva sfida di sabato in Challenge Cup contro gli Harlequins.

La gara dei Glasgow Warriors, contro Munster, ha già catalizzato l’attenzione di tutti, almeno nelle Lowlands, e, inevitabilmente, la super-sfida dello Scotstoun Stadium (che mette in palio il passaggio ai quarti di finale di Champions Cup) oscura la gara che vedrà i Gunners impegnati al Londra contro gli Harlequins.

Anche Edinburgh, infatti, si giocherà una grande parte del suo futuro europeo sabato pomeriggio allo Stoop, perchè dopo tre successi consecutivi, la sconfitta di Parigi ha tolto ai Gunners il primato nella Pool 5, a favore proprio dei Quins dell’ex Tim Visser.

È notizia di poco fa che i Quins saranno costretti a fare a meno di Chris Robshaw, sottopostosi ad intervento chirurgico per risolvere l’infortunio alla spalla sinistra rimediato nel match di Aviva Premiership contro i Worcester Warriors. Robshaw starà lontano dai campi 12 settimane, saltando anche l’ormai prossimo 6 Nations.

Nello stadio dove due stagioni fa hanno perso la finale di Challenge Cup contro un altro grande ex, Greig Laidlaw e Gloucester di cui adesso è capitano, i Gunners dovranno cercare di portarsi oltre il Vallo di Adriano punti preziosi prima di ospitare nella nuova casa del Myreside i Timisoara Saracens, un avversario che va rispettato ma contro cui ci si aspetta solo una vittoria con bonus offensivo.

La firma di Hamish Watson (che resterà nella capitale scozzese almeno fino al maggio 2019) segue quella del compagno di reparto Magnus Bradbury e mette a tacere le voci che iniziavano a circolare di interessamenti di altre squadre al giocatore, uno dei migliori prospetti del rugby scozzese.

Il 25enne, diventato ‘pro’ nel 2014 dopo essere cresciuto attraverso l’Academy del Club, ha fatto parte in passato del gruppo della Scozia 7s e, per poco, dei Leicester Tigers. Vanta, finora, 66 presenze con Edinburgh e 5 caps con la nazionale scozzese, con cui ha debuttato nell’RBS 6 Nations Championship 2015 nella sfortunata gara contro l’Italia, giocando tutti e tre gli ultimi test match autunnali.

È un’ottima notizia per tutto l’ambiente, dicevamo, perchè dimostra che, nonostante Edinburgh Rugby anche quest’anno non stia vivendo una stagione da sogno, il progetto costruito prima da Solomons e continuato adesso da Duncan Hodge resta comunque attraente.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s