PRO12: Warriors, missione compiuta. Vittoria contro i Blues e quarto posto

warriors bandiera tetto scotstoun
Alba Ovale – 2016

Scotstoun Stadium (Glasgow) – I Glasgow Warriors impiegano poco più di un’ora per prendersi il bonus offensivo contro i Cardiff Blues ma devono quasi ‘pianger se stessi’ per non essere stati capaci di concretizzare il grandissimo lavoro del primo quarto di gara. I Blues, dal canto loro, vedono l’obiettivo stagionale allontanarsi ancora di più dopo stasera ma, va detto, sono stati in gara per merito della difesa e per demerito dei Warriors, che hanno regalato loro la meta a fine primo tempo complicandosi la vita. Nella ripresa i ragazzi di coach Townsend completano la missione con tre mete in meno di venti minuti – tra il 48′ e il 64′ – che regalano loro un successo meritato.

I Warriors dominano il primo quarto di gioco (una statistica: 94% di possesso) e costringono i Blues a giocare praticamente solo nei propri 22m. Il grande sforzo profuso dai Glaswegians viene premiato al 12′, quando finalmente l’attenta difesa gallese viene bucata dall’avanzata di Pat MacArthur, che col sostegno di Jonny Gray va oltre la linea avversaria.

Russell, da sotto i pali, trasforma ma quella che sembrerebbe essere la prima meta di una lunga serie sarà l’unica della prima frazione. Perché i Warriors pagano caro lo sforzo fisico e, soprattutto, le grosse difficoltà nel concretizzare la pressione portata sugli avversari.

Merito, va detto, della grande difesa dei Cardiff Blues che, nonostante conceda qualche calcio di punizione – al 34′ Russell porta i suoi sul 10-0 – non si fa mai superare dalle avanzate scozzesi.

Negli ultimi minuti del primo tempo i Blues sfruttano l’appannamento degli scozzesi, andando in meta con Scully, che recupera un pessimo calcio di liberazione di Russell, elude l’intervento di Murchie – che sbaglia il placcaggio – e batte Seymour in velocità prima di andare in tuffo all’altezza della bandierina sotto il North Stand.

Shingler è perfetto dalla piazzola e manda i suoi a riposo sotto 10-7, un risultato che, dopo il primo quarto di gara, quasi nessuno avrebbe pronosticato.

I Blues mettono a segno i primi punti della ripresa, ancora con Shingler dalla piazzola, ma, raggiunto il pareggio, non hanno più la forza di contenere le avanzate scozzesi.

Due mete di Peter Murchie, al 48′ e 56′, spezzano la gara e mettono i Warriors nelle migliori condizioni possibili per gestire il vantaggio e cercare il punto di bonus offensivo, importantissimo in chiave top-four.

L’estremo scozzese è bravissimo nella prima marcatura a ‘salvare’ Dunbar, che aveva sprecato un clamoroso tre-contro-uno andando a farsi placcare dal difensore anziché scaricare sul compagno in sostegno al suo esterno. Murchie, però, recupera l’ovale nel raggruppamento e riesce ad andare in tuffo oltre la linea, ripetendosi otto minuti più tardi a chiudere una bella azione in cui il break di Seymour aveva creato la superiorità al largo.

Avanti 24-10, i Warriors hanno quasi compiuto la missione di giornata; la quarta meta arriva al 64′, con il neo-entrato James Malcolm che chiude al meglio una rolling maul nata da una penal’tocuhe vinta sui 5m avversari.

Russell sbaglia il primo calcio della serata, ma la gara è ormai acquisita (al 77′ arriva la meta di Rhun Williams che non sposta gli equilibri del match) e, adesso, i Warriors possono iniziare a pensare alla super-sfida di settimana prossima.

Glasgow Warriors 29
Cardiff Blues 15

Score: 12′ MacArthur m Russell tr (7-0), 34′ Russell cp (10-0), 39′ Scully m Shingler tr (10-7); 42′ Shingler cp (10-10), 48′ Murchie m Russell tr (17-10), 56′ Murchie m Russell tr (24-10), 64′ Malcolm m (29-10), 77′ R. Williams m (29-15).

Glasgow Warriors: 15. Peter Murchie 14. Tommy Seymour 13. Mark Bennett 12. Alex Dunbar 11. Lee Jones 10. Finn Russell 9. Ali Price 1. Gordon Reid 2. Pat MacArthur 3. D’arcy Rae 4. Tim Swinson 5. Jonny Gray (C) 6. Josh Strauss 7. Simone Favaro 8. Ryan Wilson
Panchina: 16. James Malcolm 17. Alex Allan 18. Zander Fagerson 19. Rob Harley 20. Adam Ashe 21. Grayson Hart 22. Rory Clegg 23. Sean Lamont

Cardiff Blues: 15 Matthew Morgan 14 Alex Cuthbert 13 Rey Lee-Lo 12 Willis Halaholo 11 Blaine Scully 1o Steven Shingler 9 Lloyd Williams 1 Rhys Gill 2 Kristian Dacey 3 Anton Peikrishvili 4 Macauley Cook 5 James Down 6 Ellis Jenkins 7 Sam Warburton (C) 8 Josh Navidi
Panchina: 16 Matthew Rees 17 Brad Thyer 18 Scott Andrews 19 Jarrad Hoeata 20 BJ Edwards 21 Tomos Williams 22 Nicky Robinson 23 Rhun Williams

HT: 10-7
Note: 7°C, serata fresca, vento assente, pioggia leggera ma costante per buona parte del primo tempo.
Man of the match: Tommy Seymour (Glasgow Warriors)
Spettatori: 7,251
Arbitro: Andrew Brace (IRFU)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s