PRO12: I Warriors tornano a sorridere – e mettono le mani sulla 1872 Cup

img_9795_fotor
Alba Ovale – 2016

BT Murrayfield (Edimburgo) – I Glasgow Warriors interrompono la striscia negativa di tre sconfitte consecutive, sia in Guinness PRO12, sia nella 1872 Cup, battendo Edinburgh Rugby al termine di una gara combattuta e decisa, come ha ammesso Grant  Gilchrist in sala stampa, più dagli errori dei Gunners che dai grandi meriti dei Warriors. Non va tolto ai Glaswegians, però, il merito di essersi presi la vittoria, un risultato che, alla vigilia, sembrava tutt’altro che scontato. I Warriors restano in corsa per la top-four, portandosi ad un punto da Ulster, ma devono adesso trovare anche in PRO12 quella continuità di risultati che, finora, è mancata. Settimana prossima doppio confronto italo-scozzese, con i Warriors impegnati a Monigo contro il Benetton Treviso galvanizzato dalle tre vittorie consecutive, mentre la sfida di Parma contro le Zebre sarà, per Edinburgh, una delle ultime occasioni per rimettere in piedi una stagione celtica già ampiamente compromessa.

La gara parte subito malissimo per Edinburgh, che si ritrova sotto nel punteggio dopo soli 57″ per un grossolano, quanto sfortunato, errore di Kinghorn. L’estremo dei Gunners scivola mentre segue un calcio di avanzamento innocuo di Dunbar, lasciando l’ovale libero su cui Bulumakau, alla prima gara da titolare, si avventa, schiacciandolo oltre la linea.

Russell non trasforma ed Edinburgh torna a giocare e, sembra, senza subire il contraccolpo psicologico. Weir, il grande ex di giornata, porta avanti i suoi con due piazzati a punire la troppa indisciplina dei Warriors (sei punizioni concesse nel primo quarto) che costa loro anche un cartellino giallo (Alex Allen che paga un po’ per tutti, dopo che Davies richiama capitan Jonny Gray) ma, come dice Townsend, i dieci minuti giocati in inferiorità numerica sono quelli che segneranno la svolta del match. “In quei minuti, posso dire tranquillamente che abbiamo giocato il miglior rugby di tutta la gara”, ammette Toony; i Warriors, però, tornano in vantaggio quando si ristabilisce la parità numerica, con la meta di Josh Strauss che finalizza una rolling maul nata da una penal’touche – e giocata con vantaggio. Russell è preciso dalla piazzola e a tempo scaduto aggiunge altri tre punti – punizione conquistata all’interno dei 22m avversari – mandando i suoi a riposo oltre il break.

Nella ripresa ci si aspetta la riscossa dei Gunners che, però, oggi non riescono a dare la svolta alla gara, come successo nelle ultime apparizioni europee. Weir, dalla piazzola, porta i suoi sotto il break con due piazzati – intervallati da una punizione di Russell che l’apertura dei Warriors sceglie di finalizzare con un drop, il primo della sua carriera – ma Edinburgh non dà l’impressione di essere capace di riprendersi il match, che viene di fatto chiuso al 66′ quando, dopo almeno una trentina di fasi, Alex Dunbar va oltre la linea. Russell stavolta trasforma in maniera ‘ortodossa’ e il match si chiude qui.

Edinburgh prova una reazione ma la difesa dei Warriors tiene. I Glaswegians, a loro volta, provano ancora a cercare la quarta meta del possibile bonus offensivo che, però, non arriva.

Il successo mette i Warriors nelle migliori condizioni per riprendersi la 1872 Scottish Cup e per tornare a giocarsi la top-four celtica, per Edinburgh invece un’altra sconfitta che complica ulteriormente la strada verso il ritorno in Champions Cup.

Edinburgh Rugby 12
Glasgow Warriors 25

Score: 1′ Bulumakau m (0-5), 7′ Weir cp (3-5), 22′ Weir cp (6-5), 33′ Strauss m Russell tr (6-12), 40′ Russell cp (6-15); 52′ Weir cp (9-15), 56′ Russell cp (9-18), 59′ Weir cp (12-18), 66′ Dunbar m Russell tr (12-25).

Edinburgh Rugby: 15. Blair Kinghorn 14. Damien Hoyland 13. Chris Dean 12. Phil Burleigh 11. Tom Brown 10. Duncan Weir 9. Sam Hidalgo-Clyne 1. Alasdair Dickinson 2. Ross Ford 3. Simon Berghan 4. Ben Toolis 5. Grant Gilchrist (C) 6. Magnus Bradbury 7. Hamish Watson 8. Cornell Du Preez
Panchina: 16. Stuart McInally 17. Allan Dell 18. Murray McCallum 19. Fraser McKenzie 20. Viliame Mata 21. Sean Kennedy 22. Jason Tovey 23. Glenn Bryce

Glasgow Warriors: 15. Stuart Hogg 14. Junior Bulumakau 13. Mark Bennett 12. Alex Dunbar 11. Lee Jones 10. Finn Russell 9. Henry Pyrgos (Co-Capitano) 1. Alex Allan 2. Fraser Brown 3. Zander Fagerson 4. Brian Alainu’uese 5. Jonny Gray (Co-Capitano) 6. Rob Harley 7. Simone Favaro 8. Josh Strauss
Panchina: 16. Pat MacArthur 17. Ryan Grant 18. Sila Puafisi 19. Adam Ashe 20. Chris Fusaro 21. Ali Price 22. Nick Grigg 23. Sean Lamont

HT: 6-15
Note: 4°C, vento forte (23mph), pioggia prima del match. Tom Brown festeggia la 100esima presenza con la maglia di Edinburgh entrando in campo da solo
Sin bin: 21′ Alex Allen (Glasgow Warriors)
Man of the match: Jonny Gray (Glasgow Warriors)
Spettatori: 21,036
Arbitro: Ian Davies (WRU)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s