Champions Cup: Russell, “ultimi 30 minuti contro Racing92 una lezione da cui imparare”

Alba Ovale - 2016
Alba Ovale – 2016

Scotstoun Stadium (Glasgow) – Finn Russell si presenta in sala stampa nell’immediato post-partita della sfida, vinta, contro il Racing 92, che i Warriors hanno dominato in lungo e in largo e in cui l’apertura scozzese si è guadagnato il titolo di man of the match con una grande prestazione, soprattutto nel primo tempo.

Abbiamo giocato una gran partita ma nello spogliatoio c’era frustrazione, al termine, per non essere riusciti a prenderci il punto di bonus offensivo. Anche Townsend ci ha gatto i complimenti per la vittoria, ma se avessimo giocato nell’ultima mezz’ora con la stessa intensità dei primi cinquanta minuti ci saremmo presi il punto di bonus. Si, possiamo dire di essere frustrati per aver marcato tre mete in meno di un’ora ed esserci lasciati scappare il punto di bonus. Dal mio punto di vista, però, mi prendo una grande lezione da quell’ultima mezz’ora.

Sono fortunato, come apertura, ad avere di fianco un mediano di mischia in forma come Ali Price in questo momento, ti semplifica la vita. È un bravo ragazzo, con cui ho costruito una buona partnership e con cui in campo mi trovo molto bene. Quando Henry è entrato ci ha dato quel pizzico di esperienza in più, credo che abbia più gare di me e Ali messi insieme ad essere sincero! Ma per noi, l’ultima mezz’ora deve essere una lezione da cui imparare. Personalmente sono contento di come ho giocato nelle ultime due gare, come squadra abbiamo preso fiducia dal successo esterno ottenuto in Francia e sapevamo che in casa nostra loro avrebbero avuto la chance di tenere vive le speranze, perchè una sconfitta li avrebbe lasciati a zero dopo tre gare. Il nostro pack è stato incredibile e sono convinto che quest’anno possiamo davvero qualificarci per i quarti. Adesso abbiamo Munster in casa e Leicester in trasferta ma io ci credo.

Per i Warriors, adesso, come dice Russell “qualche giorno di riposo” prima di cominciare a preparare la prossima gara, importantissima, il derby contro Edinburgh Rugby valido per l’andata della 1872 Scottish Cup – che da due stagioni alberga nella bacheca dei Gunners al BT Murrayfield.

Abbiamo giocato a Parigi di sabato e il ritorno di venerdì, con pochi giorni per preparare una gara dura e molto importante. Adesso abbiamo qualche giorno in più per recuperare prima della prossima gara, che si giocherà di lunedì. Dovremo essere bravi a riposare, prepararci bene tornare in campo pronti. Siamo passati da tre sconfitte consecutive in PRO12 a due vittorie consecutive in Europa, credo che questo dimostri la nostra capacità di riprenderci anche se la squadra nelle ultime settimane è cambiata molto spesso, con elementi che sono tornati a disposizione. Dobbiamo essere più continui e abbiamo visto la differenza quando abbiamo la possibilità di allenarci insieme e giocare insieme.

Edinburgh è una squadra molto fisica che testerà ancora una volta il nostro pack. Sarà bello sfidare Duncy (Weir, passato ad est in estate), sarà strano giocarci contro. Ci sono anche un paio di altri giocatori che sono passati ad Edimburgo, nelle ultime due occasioni hanno vinto loro e anche per questo sarà una partita molto dura. Se riusciremo a prenderci un buon risultato nella gara del Boxing Day, contando che il ritorno sarà a fine stagione, potremmo metterci nelle migliori condizioni.”

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s