Test Match: Per Moore “i set-pieces saranno importantissimi”

wallabies-captains-run-2016-murrayfield
Alba Ovale – 2016

BT Murrayfield (Edimburgo) – “La Scozia è una squadra molto forte, con un buon pack e alcuni trequarti che possono fare molto male. Lo hanno già dimostrato lo scorso anno e non mi aspetto nulla di diverso domani“.

Stephen Moore, capitano dei Wallabies, parla alla stampa a bordo campo, appena dopo la Captain’s Run tenutasi nel primo pomeriggio alla Highland Cathedral. Lo sguardo del tallonatore australiano è determinato, anche davanti alle telecamere, e non lascia trasparire particolari emozioni se non, come detto, grande concentrazione. “Non credo che noi siamo avvantaggiati domani, per il fatto che abbiamo giocato più gare continuative insieme come gruppo rispetto alla Scozia che si è radunata due settimane fa. Anche quando affrontiamo l’Inghilterra ci si pone sempre questa domanda e la risposta è sempre la stessa: non posso dire, in generale, cosa sia meglio, posso solo dire che dipende da come il gruppo performa nel giorno della partita.

Settimana scorsa non abbiamo avuto infortuni, siamo stati fortunati quindi non c’era motivo per un turnover massiccio. Per quanto riguarda me, non ho nessun motivo di risentimento verso la Scozia per quanto successo lo scorso anno, bisognerebbe chiedere a loro se ne hanno ma molti giocatori, sia nel nostro che nel loro gruppo, non erano presenti a Londra e per alcuni di noi sarà la prima sfida contro la Scozia e in questo stadio. In settimana, abbiamo parlato solo di questo.” Un cronista aveva detto a Moore che la Scozia ha visto come un onore e un segno di “rispetto” il fatto che Cheika abbia cambiato un solo elemento nel XV che sabato scorso a Cardiff ha inflitto una pesante lezione al Galles.

Abbiamo grande rispetto per la Scozia, per come giocano e perchè sappiamo che, contro di loro, abbiamo sempre giocato partite molto combattute. Noi vogliamo mettere in campo il game plan che abbiamo preparato e vogliamo che questo sia funzionale per il risultato. Negli ultimi incontri qui le fasi statiche sono state molto importanti e credo che anche domani quello sarà un aspetto che potrebbe decidere la gara. Sono contento per Ross Ford, un tallonatore come me, raggiungere i 100 caps è un grande risultato. Ho grande rispetto per lui come giocatore e non vedo l’ora di sfidarlo domani.

One thought on “Test Match: Per Moore “i set-pieces saranno importantissimi”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s