Test Match: Laidlaw, “Daremo a Cotter il miglior addio possibile”

Laidlaw
Credit: Jason O’Callaghan

Greig Laidlaw, capitano della Scozia, è già pronto per gli ormai imminenti test match che vedranno impegnati i Dark Blues contro Australia, Argentina e Georgia, nell’ultimo autunno di Vern Cotter come head coach.

Il mediano di mischia di Gloucester ha ammesso di esser stato “molto dispiaciuto, dal punto di vista personale, quando ho appreso la notizia dell’addio di Cotter a fine stagione. Va dato grandissimo credito a Vern, come uomo e professionista, perchè non ha mai parlato d’altro che di rugby, nonostante la decisione presa. Cotter vuole solo vincere e come giocatori, noi capiamo che è questo il modo in cui va il nostro mondo. Anche noi siamo solo concentrati sulle prossime gare, vogliamo dare a Vern grandi soddisfazioni nelle sue ultime otto gare alla guida della Nazionale.

Non credo sia un grande segreto per nessuno, il fatto che io sia un grande fan di Cotter“, ha continuato Laidlaw. “Sono un suo grande ammiratore, per quello che ha fatto per me e per la squadra, per come ci ha aiutati a crescere.

Sarà strano incontrare l’Australia, per la prima volta dopo quella giornata alla RWC“, ha continuato Laidlaw. “Ma il risultato finale, il modo in cui si è chiusa la nostra avventura, non è stata assolutamente colpa dell’Australia. Non possiamo scendere in campo e continuare a pensare a quella gara, altrimenti potremmo farci ancora del male. Dobbiamo essere concentrati e giocare la partita che prepareremo. Quello che succederà adesso non ci ridarà mai indietro la chance di giocare la semifinale della RWC. Ci siamo parlati  nello spogliatoio e, guardandoci attorno, abbiamo visto che alcuni ragazzi presenti allora non sono più inseriti nel gruppo, perchè le cose cambiano continuamente. Noi vogliamo vincere questa partita perchè ci fa piacere battere avversari forti. Certo, anche loro sono una squadra diversa da quella affrontata l’anno scorso ma dopo qualche difficoltà sono tornati sulla buona strada. Sono convinto che il modo in cui approcceremo la gara sarà decisivo; nei primi venti minuti potremmo davvero decidere la gara.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s