PRO12: Zebre, il primo trionfo scozzese arriva al BT Murrayfield. Warriors senza problemi su Treviso

edinburgh-rugby-zebre-rugby
Alba Ovale – 2016

BT Murrayfield (Edimburgo) – Edinburgh Rugby vede interrompersi dopo tre gare la striscia di successi consecutivi, inanellati tra PRO12 e Challenge Cup, di fronte alle Zebre.
Il XV del Nord Ovest, “positivamente irriconoscibile” rispetto alle ultime uscite, fa la partita perfetta, costruendo su una difesa solida e praticamente mai in affanno e sull’ottimo lavoro nelle fasi statiche e nei punti d’incontro la sua vittoria. Dopo tante delusioni di un inizio stagionale da dimenticare, il successo ottenuto nella capitale scozzese potrebbe finalmente lanciare coach Guidi (a questo link, la mia intervista in esclusiva per OnRugby) e i suoi ragazzi. Sabato prossimo al Lanfranchi ci sarà Leinster, un cliente sempre scomodissimo, ma i bianconeri si sono tolti dalle spalle il peso di non riuscire a vincere, finalmente; quello che si chiede loro, adesso, è di confermare l’attitudine positiva mostrata ieri per ottanta minuti.
Prima sconfitta interna per Duncan Hodge da quando ha preso l’incarico di Acting Head Coach dei Gunners; le Zebre hanno saputo mettere in difficoltà Edinburgh, inaridendo le fonti di gioco e, soprattutto, disinnescando – almeno nel primo tempo – ogni tentativo di attacco, ma la prestazione generale di Embra lascia molti spazi su cui lavorare in vista del prossimo impegno, ancora in casa, contro Ulster.

Il XV del Nord-Ovest, stasera in gialloblu, passa per primo in vantaggio dopo 3′ con Canna (0-3) che punisce dalla piazzola un’irregolarità scozzese al breakdown, dopo che il pack italiano aveva messo in difficoltà gli avversari nella prima mischia chiusa.
La risposta di Edinburgh non si fa attendere ma, anche dopo trentun fasi, la difesa delle Zebre non cede e riesce a costringere gli avversari al fallo, recuperando il possesso e guadagnando metri preziosi con la penal’touche di Canna.
Edinburgh continua ad attaccare ma la difesa italiana tiene benissimo, respingendo le avanzate avversarie senza mai andare in affanno. Al 25′ il XV del Nord-Ovest allunga il vantaggio (0-6) ancora dalla piazzola e ancora a punire una scorrettezza al breakdown di Edinburgh.

Al 33′ Edinburgh conquista la prima punizione nei 22m italiani e Tovey calcia in touche; le fasi statiche, però, sono un problema per i Gunners stasera e l’occasione sfuma perchè Gilchrist, il saltatore scozzese, si fa scappare l’ovale di mano.
Edinburgh chiude il primo tempo concedendo un’altra punizione, che Padovani però non riesce a convertire in punti preziosi, prima che un brutto passaggio in-avanti di Bisegni su Venditti vanifichi una buona occasione per gli italiani.
Le Zebre vanno a riposo avanti 0-9 e con merito, con il drop di Canna che chiude una prima frazione molto positiva per gli italiani.

Nella ripresa Edinburgh torna in campo un po’ più convinto ma da una mischia vinta dal pack gialloblu arrivano altri tre punti per le Zebre, i primi della ripresa, ancora grazie al piede di Canna che al 49′ è preciso dalla piazzola.

La pressione di Edinburgh cresce e al 61′ arriva la meta di Ross Ford, che stavolta riesce a chiudere l’ennesima rolling maul partita dai 5m italiani. Kinghorn trasforma e porta i suoi sul 7-12, con ancora un quarto di gara da giocare.

I Gunners chiudono ancora le Zebre nei propri 22m, trovando la meta del pareggio al 66′ con il neo-entrato McCallum che va di prepotenza oltre la linea dopo qualche fase che ha sfibrato la difesa italiana. Hidalgo-Clyne è preciso nella trasformazione e porta, per la prima volta stasera, avanti i suoi.

La gara adesso è bella, perché le Zebre sono costrette ad attaccare ma accettano la sfida, reagendo bene al doppio colpo subìto. E, non a caso, trovano la meta della storica vittoria con Venditti, che sfrutta alla perfezione la bella avanzata di Ruzza sulla sinistra che serve il compagno alla perfezione, eludendo l’intervento dell’ultimo difensore. Canna è perfetto dalla piazzola e le Zebre, a tre minuti dalla fine, tornano avanti (14-19). Le Zebre riescono a rimanere concentrati anche nelle ultime fasi, costringendo Edinburgh a perdere il possesso e mantenendo l’ovale fino alla fine.

Nell’altra sfida della serata, i Warriors superano senza problemi il Benetton Treviso. Allo Scotstoun Stadium i padroni di casa si prendono il bonus nel primo tempo, con la meta di Alex Dunbar arrivata al 38′, mentre nella ripresa gestiscono il risultato, con Rory Hughes che trova la personale doppietta e Giazzon che rende meno amaro il passivo per i Leoni. Finisce 31-14. Nota negativa, il rosso rimediato da Langilangi Haupeakui all’esordio.

Edinburgh Rugby 14
Zebre Rugby 19

Score: 3′ Canna cp (0-3), 25′ Canna cp (0-6), 40′ Canna drop (0-9); 49′ Canna cp (0-12), 61′ Ford m Kinghorn tr (12-7), 66′ McCallum m Hidalgo-Clyne tr (14-12), 77′ Venditti m Canna tr (14-19).

Edinburgh Rugby: 15. Blair Kinghorn 14. Damien Hoyland 13. Chris Dean 12. Phil Burleigh 11. Tom Brown 10. Jason Tovey 9. Sean Kennedy 1. Allan Dell 2. Stuart McInally 3. Felipe Arregui 4. Ben Toolis 5. Grant Gilchrist (C) 6. Viliame Mata 7. John Hardie 8. Magnus Bradbury
Panchina: 16. Ross Ford 17. Jack Cosgrove 18. Murray McCallum 19. Fraser McKenzie 20. Cornell Du Preez 21. Sam Hidalgo-Clyne 22. Michael Allen 23. Glenn Bryce

Zebre Rugby: 15 Edoardo Padovani 14 Giulio Bisegni 13 Tommaso Boni 12 Tommaso Castello 11 Giovanbattista Venditti 10 Carlo Canna 9 Marcello Violi 1 Andrea Lovotti 2 Tommaso D’Apice 3 Dario Chistolini 4 George Biagi (C) 5 Quintin Geldenhuys 6 Maxime Mbandà 7 Johan Meyer 8 Andries Van Schalkwyk
Panchina: 16 Massimo Ceciliani 17 Andrea De Marchi 18 Guillermo Roan 19 Federico Ruzza 20 Derick Minnie 21 Guglielmo Palazzani 22 Matteo Pratichetti 23 Giovanni D’Onofrio

HT: 0-9
Note: 9°C, cielo sereno, vento quasi assente.
Man of the match: Magnus Bradbury (Edinburgh Rugby)
Spettatori: 3304
Arbitro: Marius Mitrea (FIR)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s