Coppe Europee: Edinburgh batte i Quins. Warriors sconfitti a Limerick

img_1322_fotor
Alba Ovale – 2016

BT Murrayfield (Edimburgo) – Edinburgh Rugby vince la ‘folle’ gara del BT Murrayfield contro gli Harlequins, un match in cui le due squadre hanno dato spettacolo di fronte ad un buon pubblico con diversi parziali-record. La meta di Tom Brown a cinque minuti dalla fine è stata decisiva e ha regalato ai Gunners il secondo successo ‘pieno’ della loro campagna europea, mandandoli inaspettatamente in vetta alla Pool 5, davanti proprio ai Quins (7 punti) e allo Stade Français, prossimo avversario nel back-to-back di dicembre che potrebbe già essere decisivo.

Gli Harlequins aprono le marcature dopo due minuti con Charlie Walker, servito dal bell’offload di Dickson. Evans trasforma, poi i Quins spariscono dal campo.

Edinburgh mette a segno un parziale clamoroso, 24-0, in soli venti minuti di gioco (tra il 4′ e il 24′) spaccando il match e sovvertendo inerzia e pronostici. Allan Dell (in campo al posto di Sutherland, infortunatosi durante il riscaldamento) trova la prima meta, nel ribaltamento di fronte – da sottolineare l’incursione di Phil Burleigh che crea la superiorità numerica sotto il Main Stand, aprendo un’autostrada al compagno. All’11’ Edinburgh passa a condurre con la marcatura di Kinghorn, servito da Kennedy con un furbo riciclo da una scrum, prima che Nasi Manu, trovi la terza meta – azione nata dall’avanzata di Damien Hoyland che mette lo zampino anche nella quarta meta, quella del bonus offensivo, marcata da Hamish Watson.

I Quins si ritrovano a fine primo tempo. Poite si consulta col TMO prima di annullare la marcatura di Yarde e tornare sul vantaggio, da cui nasce la seconda meta dei Quins. Penal’touche vinta, si forma una maul fatta crollare irregolarmente ad un palmo dalla linea di meta e Poite, stavolta, concede la meta tecnica agli inglesi che Evans trasforma per il 24-14.
A tempo scaduto, però, arriva la quinta meta di Edinburgh, con Hoyland che recupera l’ovale perso dai Quins – che stavano spingendo – e si fa sessanta metri di corsa prima di andare in tuffo sotto i pali inglesi. Kinghorn trasforma (Tovey è finito nel sin-bin con Charlie Walker per un diverbio dopo un placcaggio in ritardo dell’inglese) mandando i suoi riposo avanti 31-14.

Gli Harlequins reagiscono bene andando in meta in avvio di ripresa con Sinckler; Evans trasforma la marcatura ma nell’azione successiva, i Quins restano in tredici, perché Marler interviene irregolarmente in touche sbilanciando Toolis, il saltatore di Edinburgh, che cade sulla schiena. Poite chiama in causa il TMO prima di mostrare il giallo al pilone inglese che lascia il campo per dieci minuti al 48′, due minuti prima che Tovey e Walker possano rientrare dal sin-bin dove, in una girandola di scorrettezze, finisce Gilchrist al 51′ – per placcaggio in ritardo su Yarde.

Edinburgh continua a concedere troppe punizioni che gli inglesi, anche da posizione favorevole, calciano in touche per sfruttare l’ottimo lavoro del loro pack. La scommessa paga al 59′ quando arriva la seconda penalty-try di giornata, concessa ancora per un crollo volontario di una maul. Swiel trasforma e la gara, sul 31-28, si riapre clamorosamente, ancor più perchè al 65′ arriva la quinta meta inglese, con Luamanu bravo nel pick and go decisivo. Swiel trasforma ancora per il parziale di 21-0 che manda i Quins avanti 31-35.

Edinburgh risponde subito, ma il TMO annulla la meta di Bryce perchè l’ultimo passaggio, quello di Bradbury, è in-avanti. Non ci sono errori al 73′, quando Hoyland, con Poite che concede un vantaggio ai Gunners, calcia alto l’ovale su cui si avventa Tom Brown, battendo in volo un avversario e il compagno prima di schiacciare l’ovale oltre la linea. Tovey manda la trasformazione sul palo e negli ultimi minuti sono gli Harlequins ad avere il possesso. Gli inglesi avanzano ben addentro i 22m scozzesi ma la difesa di Edinburgh è, stavolta, superba nella contro-ruck che a tempo scaduto decide il match.

In Champions Cup i Warriors devono cedere 38-17 al Thomond Park contro Munster in una gara segnata indelebilmente dal ricordo di ‘Axel’, Anthony Foley, celebrato dai 25,600 spettatori che hanno trasformato la “Fortress Thomond” in un catino di emozioni. Munster, nonostante sia costretto a giocare in 14 dal 18′ per il rosso rimediato da Earls, va a riposo sul 24-3 e trova la quarta meta (meta tecnica) al 46′, chiudendo di fatto i giochi. Le mete di MacArthur e Bennett servono solo a rendere il passivo meno amaro per i Glaswegians.

Edinburgh Rugby 36
Harlequins 35

Score: 2′ Walker m Evans tr (0-7), 4′ Dell m (5-7), 11′ Kinghorn m (10-7), 19′ Manu m Tovey tr (17-7), 24′ Watson m Tovey tr (24-7), 37′ Harlequins meta tecnica Evans tr (24-14), 40′ Hoyland m Kinghorn tr (31-14); 43′ Sinckler m Evans tr (31-21), 59′ Harlequins meta tecnica Swiel tr (31-28), 65′ Luamanu m Swiel tr (31-35), 73′ T.Brown m (36-35).

Edinburgh Rugby: 15. Blair Kinghorn 14. Damien Hoyland 13. Chris Dean 12. Phil Burleigh 11. Tom Brown 10. Jason Tovey 9. Sean Kennedy 1. Allan Dell 2. Ross Ford 3. WP Nel 4. Ben Toolis 5. Grant Gilchrist (C) 6. Magnus Bradbury 7. Hamish Watson 8. Nasi Manu
Panchina: 16. Stuart McInally 17. Murray McCallum 18. Felipe Arregui 19. Fraser McKenzie 20. Viliame Mata 21. Sam Hidalgo-Clyne 22. Michael Allen 23. Glenn Bryce

Harlequins: 15. Mike Brown 14.  Marland Yarde 13. Joe Marchant 12. Jamie Roberts 11. Charlie Walker 10. Nick Evans 9. Karl Dickson 1. Joe Marler 2. Rob Buchanan 3. Kyle Sinckler 4. Sam Twomey 5. James Horwill (C) 6. Chris Robshaw 7. Luke Wallace 8. James Chisholm
Panchina: 16. Joe Gray 17. Mark Lambert 18. Will Collier 19. Charlie Matthews 20. Mat Luamanu 21. Danny Care 22. Tim Swiel 23. Alofa Alofa

HT: 31-14
Note: 10°C, cielo coperto ma senza pioggia, vento a tratti. Ben Toolis entra in campo da solo per festeggiare la 50esima presenza con Edinburgh
Sin bin: 40′ Jason Tovey (Edinburgh Rugby) e Charlie Walker (Harlequins), 47′ Joe Marler (Harlequins), 51′ Grant Gilchrist (Edinburgh Rugby)
Man of the match: Damien Hoyland (Edinburgh Rugby)
Spettatori: 5326
Arbitro: Romaine Poite (FFR)

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s