Champions Cup: I Warriors domano i Tigers. Sarto Man of the match

img_1266_fotor
Alba Ovale – 2016

Scotstoun Stadium (Glasgow) – Leonardo Sarto si prende un meritatissimo premio personale come man of the match in una serata che potrebbe entrare nella storia dei Warriors, se gli scozzesi sapranno dare continuità. Cinque mete, cinque punti (a zero) in classifica contro un avversario diretto – uno dei tre, perchè nella pool dei Warriors non ci sono squadre ‘abbordabili’ – una prestazione monstre del pack scozzese (in cui va sottolineata la prova di Zander Fagerson e Fraser Brown, ancora una volta tra i migliori) e, soprattutto, la dimostrazione che gli scozzesi sono tornati una squadra in grado di ‘adattarsi’ all’avversario di turno prima di colpirlo.

La gara resta in equilibrio per una decina di minuti, prima che To’omua decida di esibirsi in un tip-tackle su Finn Russell; il centro australiano si prende un giallo (dopo che l’arbitro della gara, il francese Raynal, si consulta col TMO) solo perchè Russell atterra prima sul gomito, ma quel fallo scalda gli animi e accende la gara. I Warriors vanno sotto, 3-10, quando Wilson va dieci minuti nel sin-bin per un placcaggio in fuorigioco – su punizione battuta veloce da Owen Williams – prima di mettere a segno un parziale di 19-0 che stronca la resistenza inglese.

È l’ala italiana, Sarto, ad aprire le marcature per gli scozzesi con un furbo pick-and-go che beffa la disattenta difesa dei Tigers al breakdown prima di andare in tuffo oltre la linea. Quattro minuti dopo tocca a Fraser Brown sfondare il muro difensivo inglese, dopo che i suoi compagni avevano “fatto a sportellate” nei 22m avversari per qualche fase, e Henry Pyrgos completa il break con un altro pick-and-go. Russell trasforma due delle tre marcature e i Warriors hanno, adesso, il controllo del match. Owen Williams, al 36′, trova i pali mandando i suoi a riposo sul 22-13 ma nella ripresa gli inglesi non riusciranno più a marcare un solo punto.

I Warriors trovano la meta del bonus offensivo con Mark Bennett (che ha preso il posto di Dunbar, escluso per influenza poco prima del kick off) che intercetta un passaggio sballato di Tait (forzato dall’ottimo placcaggio di Grigg, che ha sostituito Bennet in panchina) e si fa ottanta metri palla in mano prima di andare a schiacciarla sotto i pali avversari.

I Tigers non ci sono più e Sarto completa la sua serata quasi perfetta con un’altra fuga al 75′, dopo aver recuperato l’ovale poco addentro ai propri 22m, mettendo a segno la doppietta personale.

La trasformazione di Russell fissa il punteggio sul 42-13 con cui si chiude la gara. I Warriors dovranno rimanere concentrati e andare a fare risultato a Limerick settimana prossima, perchè fare dello Scotstoun Stadium una fortezza è solo metà dell’opera. Per passare, finalmente, ai quarti di finale, bisogna andare a vincere anche in trasferta.

Glasgow Warriors 42
Leicester Tigers 13

Score: 8′ O.Williams cp (0-3), 13′ Hogg cp (3-3), 19′ O’Connor m O. Williams tr (3-10), 23′ Sarto m Russell tr (10-10), 27′ Brown m Russell tr (17-10), 32′ Pyrgos m (22-10), 36′ O. Williams cp (22-13); 54′ Russell cp (25-13), 66′ Russell cp (28-13), 68′ Bennett m Russell tr (35-13), 75′ Sarto m Russell tr (42-13).

Glasgow Warriors: 15 Stuart Hogg; 14 Leonardo Sarto, 13 Mark Bennett, 12 Samuel Johnson, 11 Rory Hughes; 10 Finn Russell, 9 Henry Pyrgos (C); 1 Gordon Reid, 2 Fraser Brown, 3 Zander Fagerson, 4 Tim Swinson, 5 Jonny Gray, 6 Robert Harley, 7 Ryan Wilson, 8 Josh Strauss
Panchina: 16 Pat MacArthur, 17 Alex Allan, 18 Sila Puafisi, 19 Matt Fagerson, 20 Lewis Wynne, 21 Ali Price, 22 Nick Grigg, 23 Sean Lamont

Leicester Tigers: 15 Telusa Veainu; 14 Adam Thompstone, 13 Matthew Tait, 12 Matt To’omua, 11 Tom Brady; 10 Owen Williams, 9 Ben Youngs; 1 Ellis Genge, 2 Tom Youngs (C), 3 Dan Cole, 4 Dom Barrow, 5 Graham Kitchener, 6 Michael Fitzgerald, 7 Brendon O’Connor, 8 Lachlan McCaffrey
Panchina: 16 Harry Thacker, 17 Logovii Mulipola, 18 Greg Bateman, 19 Ed Slater, 20 William Evans, 21 Sam Harrison, 22 Freddie Burns, 23 Peter Betham

HT: 22-13
Note: 10°C, cielo coperto ma senza pioggia, vento a tratti. Gordon Reid entra in campo da solo per festeggiare la sua 100esima presenza con i Warriors
Sin bin: 12′ Matt To’omua (Leicester Tigers), 18′ Ryan Wilson (Glasgow Warriors), 54′ Logovii Mulipola (Leicester Tigers)
Man of the match: Leonardo Sarto (Glasgow Warriors)
Spettatori: 7351
Arbitro: Mathieu Raynal (FFR)

One thought on “Champions Cup: I Warriors domano i Tigers. Sarto Man of the match

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s