“I Test Match degli altri”: L’Italia batte gli USA in rimonta. Bene All Blacks, Inghilterra e Pumas, riscossa Bokke contro l’Irlanda

L’Italia regala la prima gioia al nuovo head coach, Conor O’Shea, andando a battere in rimonta le US Eagles in California. Dopo la sconfitta patita in Argentina, gli Azzurri riescono ad avere la meglio degli avversari nella ripresa, vincendo una gara che e’ rimasta praticamente sempre in equilibrio.

A San Jose’, gli USA vengono sconfitti 20-24; in campo dal primo minuto i Warriors Favaro, Sarto e Peterson.

Sono contento per i ragazzi. La squadra ha saputo reagire alle difficoltà, la vittoria ci rende felici. Eravamo reduci da un viaggio lunghissimo dall’Argentina, avevamo in campo una squadra molto giovane: Mbandà e Negri all’esordio; Panico, Ceccarelli, Gega alle loro prime esperienze internazionali. La settimana scorsa avevamo giocato meglio, ma le circostanze erano diverse”, ha detto Conor O’Shea al sito ufficiale della FIR. “Le trenta ore di viaggio da Santa Fe sono state un fattore, al pari del caldo – ha detto il tecnico irlandese – ma la squadra ha reagito nei momenti difficili, è sempre stata aggressiva come avevo chiesto. L’attitudine dopo il giallo a Canna è stata positiva. Mbandà ha fatto un’ottima partita, Favaro è stato un leader sul campo, i giovani stanno acquisendo velocemente esperienza. Ora abbiamo otto giorni per preparare il Canada. Miglioreremo”.

All Blacks (36-22 sul Galles) e Inghilterra (23-7 contro l’Australia) guidano 2-0 le rispettive serie e, con un solo test a disposizione, possono gia’ festeggiare un’estate positiva. L’Irlanda, invece, deve rinviare la gioia perche’ dopo essere andata a riposo avanti 3-19 deve arrendersi di fronte al ritorno degli Springboks, che riescono negli ultimi cinque minuti della ripresa a ribaltare il risultato e portare la serie in parita’. All’Ellis Park di Johannesburg finisce 32-26 per il Sud Africa.

L’Argentina conquista il suo secondo successo consecutivo battendo anche la Francia (30-19) a Tucuman. Per i Tricolores brutto esordio del tour estivo, mentre i Pumas confermano la loro crescita – va detto che il XV scelto da Guy Noves era dettato dalle molte assenze, visto che il Top14 e’ ancora in corso. Settimana prossima, ancora a Tucuman, la rivincita.

Il Canada, dopo la sconfitta di misura contro il Giappone, si riscatta superando agevolmente la Russia (46-21) al Rugby Park di Calgary. Settimana prossima, a Toronto, le Maple Leaves accoglieranno l’Italia in un match che sara’ una sorta di rivincita dell’ultima sfida, giocata lo scorso settembre a Leeds durante la RWC2015. Allora, il Canada e’ stato vicinissimo all’ “impresa”, ma l’Italia di O’Shea resta un cliente scomodo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s