Guinness Pro12 Final: Lam e Cullen hanno scelto i XV per la gara

IMG_0371_Fotor
Alba Ovale – 2016

Edimburgo – La capitale scozzese si sta preparando alla gara di domani, il più grande evento a livello di sfide tra club dopo la finale di Heineken Cup del 2009, e i primi tifosi sono arrivati – si attendono sugli spalti della Highland Cathedral più di 30mila spettatori. Stasera è previsto un evento aperto al pubblico allo Stramash Live Music Bar, in Cowgate, Old Town, con Alan Quinlan che condurrà un “Q&A” alla presenza di giocatori delle due finaliste (sul sito ufficiale del Pro12, a questo link, il programma completo).

Il sito ufficiale di Connacht ha lanciato la campagna #GoGreen4Connacht, chiedendo ai propri tifosi “to #GoGreen4Connacht at BT Murrayfield this Saturday and to create a sea of green in support of the team inside the Stadium. Connacht flags will be handed out inside the stadium at BT Murrayfield, however there will not be a flag for every Connacht supporter so bring your flags and wear your green to the game. Let’s paint Edinburgh green for Connacht’s first ever final. #GoGreen4Connacht“.

The Official Leinster Supporters Club, invece, ha fatto le cose in grande stile, pubblicando sul sito ufficiale dei Dubliners la guida per tutti i tifosi che hanno deciso di sostenere i Boys in Blue in cerca del quinto trionfo celtico. A questo link, tutte le informazioni necessarie – compresa una guida di Edimburgo che potrebbe essere utile anche per chi volesse visitare la capitale scozzese come turista.

Anche le squadre sono già ad Edimburgo da ieri e stanno familiarizzando con il meteo non proprio “da sogno”, che le ha accolte; piove da ieri – il campo ibrido del BT Murrayfield non sarà un problema – ma le previsioni danno Captain’s Run bagnata e match-day con cielo coperto, 12°C di massima ma vento praticamente assente (6mph) e, soprattutto, senza pioggia.

I due head coach hanno scelto i 23 che, agli ordini di Nigel Owens, si contenderanno la settima finale celtica – playoffs sono stati introdotti nel 2010, la prima che si giocherà al di fuori dell’Irlanda.

Pat Lam aveva detto in settimana che “chiunque giochi, rappresenterà tutti i suoi compagni” e si è portato nella capitale scozzese tutti i 46 giocatori impiegati nel corso di una stagione che, domani, potrebbe far entrare Connacht nella Storia. Il XV titolare, però, non presenta particolari sorprese, con il miglior giocatore della Guinness Pro12, Bundee Aki, al centro in coppia con Henshaw, che sfiderà Leinster da avversario per l’ultima volta. Triangolo allargato formato da O’Halloran estremo e le due ali terribili Adeolokun-Healy (escluso, quest’ultimo, a sorpresa dalla lista dei convocati di coach Schmidt per il tour in Sud Africa), mentre in mediana ancora spazio alla coppia formata da MacGinty (anch’egli all’ultima in verde, prima del passaggio ai Sale Sharks) e Marmion.

Nel pack, con capitan Muldoon che domani taglierà il traguardo della 275esima presenza con la Province, nessun cambio. Per la prima volta in stagione, Pat Lam si affida agli stessi 23 uomini schierati nella gara precedente. Visto il risultato, ma soprattutto come è arrivato, non gli si può dare torto.

Connacht Rugby: 15. Tiernan O’Halloran 14. Niyi Adeolokun 13. Robbie Henshaw 12. Bundee Aki 11. Matt Healy 10. AJ MacGinty 9. Kieran Marmion 1. Ronan Loughney 2. Tom McCartney 3. Finlay Bealham 4. Ultan Dillane 5. Aly Muldowney 6. Eoin McKeon 7. Jake Heenan 8. John Muldoon (C)
Panchina: 16. Dave Heffernan 17. JP Cooney 18. Rodney Ah You 19. Andrew Browne 20. Sean O’Brien 21. John Cooney 22. Shane O’Leary 23. Peter Robb

Leinster, invece, ha due cambi rispetto al XV che settimana scorsa si è imposta autorevolmente su Ulster nella prima semifinale, oltre ad un cambio in panchina.

Isa NacewaDevin Toner sono assenti. Nacewa non ha recuperato dal problema al braccio rimediato venerdì scorso, nel match in cui ha anche messo a segno una meta – un esame radiologico approfondito ha evidenziato un risentimento ad un vecchio infortunio. Jamie Heaslip sarà quindi il capitano dei Dubliners, con Rob Kearney che torna a disposizione e parte estremo, dopo aver risolto il problema alla caviglia rimediato nella gara contro il Benetton Treviso. Rob formerà il triangolo allargato con il fratello Dave all’ala destra e Luke Fitzgerald a sinistra; al centro, Ben Te’o giocherà la sua ultima gara con la maglia di Leinster prima di trasferirsi ai Worcester Warriors e lo farà ancora in coppia con Garry Ringrose. In mediana, Eoin Reddan conquisterà la 140esima presenza.

Ross Molony, nel pack, sostituisce l’indisponibile Toner (motivi famigliari, è rimasto a Dublino) e Hayden Triggs sarà l’unico cambio in panchina.

Leinster Rugby: 15. Rob Kearney 14. Dave Kearney 13. Garry Ringrose 12. Ben Te’o 11. Luke Fitzgerald 10. Johnny Sexton 9. Eoin Reddan 1. Jack McGrath 2. Richardt Strauss 3. Mike Ross 4. Ross Molony 5. Mick Kearney 6. Rhys Ruddock 7. Jordi Murphy 8. Jamie Heaslip (C)
Panchina: 16. Sean Cronin 17. Peter Dooley 18. Tadhg Furlong 19. Hayden Triggs 20. Jack Conan 21. Luke McGrath 22. Ian Madigan 23. Zane Kirchner

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s