Guinness Pro12 Final: Jamie Heaslip, “dovremo sfruttare ogni occasione”

FullSizeRender_Fotor
Alba Ovale – 2016

BT Murrayfield (Edimburgo) – “Abbiamo fatto bene molte cose settimana scorsa, soprattutto nell’approccio alla gara”, dice Leo Cullen nel corso della conferenza stampa    pre-finale, ritardata di un’ora per consentire l’arrivo dall’aeroporto di Leinster, partito nel pomeriggio da Dublino – “Siamo partiti tardi, arrivati tardi, abbiamo trovato un incidente sulla strada dall’aeroporto… Ma alla fine siamo qui!“, scherza l’head coach di Leinster.

È sempre un posto speciale questo, per quello che la nostra squadra è riuscita ad ottenere qui“, continua Cullen, che pensa al successo in Heineken Cup ottenuto sui Leicester Tigers proprio alla Highland Cathedral, prima delle tre stelle d’oro che i Dubliners si sono guadagnati il diritto di cucirsi sul petto. “Sarà sempre un posto speciale, il Murrayfield, per tutto il gruppo di giocatori e per Leinster come squadra, e speriamo di poter aggiungere un’altra ‘happy memory’ alla lista.

Isa è stato preziosissimo per il gruppo, dandoci stabilità nel corso di tutta la stagione, mentre per quanto riguarda Dev (Toner) ha avuto problemi famigliari ed è rimasto a casa. È uno dei giocatori-chiave per noi, ma siamo fortunati, comunque, di avere due ottimi sostituti che potranno prendere il loro posto domani.”

Non possiamo controllare quello che succede al di fuori del nostro gruppo“, dice capitan Jamie Heaslip, che domani guiderà i Dubliners vista l’assenza per infortunio di Isa Nacewa. “Come giocatori, noi vogliamo vincere, vogliamo sempre finire la stagione con un titolo, almeno. Lo scorso anno non siamo riusciti a chiudere tra le prime quattro ed è stato duro. Comunque, io sono abitutato a guardarmi indietro solo alla fine; in questo momento, guardo solo avanti a quello che ci attende domani.
Isa e Dev sono due giocatori che vuoi sempre avere in squadra ma purtroppo sono successe delle cose che hanno impedito loro di essere della gara, e Leo ha scelto due ottimi giocastori che possono prendere il loro posto. Abbiamo sempre parlato di quanto sia importante il gruppo, come collettivo, e come raggiungere i risultati tutti insieme. Abbiamo usato 56 giocatori in questa stagione, abbiamo un nucleo di giocatori esperti e diversi leader in squadra. Ci sono stati diversi elementi che hanno guidato da capitano la squadra durante la stagione e questo ci ha fatto capire dove sta la forza del nostro gruppo.”
Abbiamo capito lo scorso anno quanto è duro riuscire a finire la stagione nella top-four. Domani giocheremo contro una squadra che ha dettato il ritmo della stagione; sappiamo quanto sarà dura per noi. Non ci è piaciuta per nulla la scorsa stagione, non poter competere nei playoff… ci siamo dovuti prendere la nostra fetta di ‘humble pie’ e stare seduti, a casa, guardando gli altri giocare e imparando dai nostri errori. Fortunatamente siamo stati capaci di imparare un paio di cose dall’anno scorso, e abbiamo saputo sfruttare gli insegnamenti di Leo e degli altri coach, e come gruppo siamo stati capaci di spronarci l’uno con l’altro.”
Possiamo davvero preoccuparci circa noi stessi; abbiamo speso molto tempo guardando Connacht, abbiamo giocato contro due volte in stagione e li conosciamo molto, molto bene. Mi sono allenato con alcuni di loro e ho anche giocato con alcuni di loro, e ho grandissimo rispetto. Comunque, noi dobbiamo rimanere concentrati su noi stessi e su quello che possiamo mettere nella gara, cercando di gestire quanto è in nostro controllo. L’esperienza conta? Si, ma non in generale. Loro sono in grande forma ma domani può succedere di tutto, è una gara singola e ognuno deve essere capace di sfruttare le occasioni che capiteranno.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s