Pro12, Road to Edinburgh: Qualche numero per capire la sfida

Edimburgo – Venerdì all’ora di pranzo i due head coach, Pat Lam e Leo Cullen, comunicheranno i nomi dei 23 giocatori che il giorno dopo, alle 5.30pm, prenderanno parte alla Guinness Pro12 Final del BT Murrayfield.

Lam ha annunciato ieri, nel corso della conferenza stampa infrasettimanale tenutasi a Galway, che tutti i 46 elementi della rosa utilizzati nel corso della stagione viaggeranno verso la capitale scozzese, per sottolineare ancora una volta che Connacht è arrivato alla finale come squadra, e chiunque avrà la fortuna di essere inserito nel XV titolare (e negli otto in panchina) rappresenterà tutti i suoi compagni.

Oggi Joe Schmidt ha annunciato il gruppo dell’Irlanda che prenderà parte al Tour estivo in Sud Africa; ci sono cinque giocatori di Connacht e quattordici di Leinster (tra cui il capitano della spedizione, Jamie Heaslip) nei 32 selezionati dall’head coach per le tre sfide contro gli Springboks che, dopo una RWC2015 ben al di sotto delle aspettative e un 6 Nations non proprio esaltante, ci daranno un’idea più chiara dello stato di salute dell’Irlanda.

Non è stato inserito nel gruppo di Schmidt il miglior marcatore di Connacht, l’ala Matt Healy, che ha finora messo a segno 9 mete nelle 21 gare giocate in Guinness Pro12.

Connacht ha vinto 3 delle ultime 4 gare giocate al BT Murrayfield – finora, sempre contro Edinburgh Rugby – e ha perso solo una volta (21-22 a Treviso nel penultimo turno della stagione regolare) nelle ultime quattro gare giocate in Guinness Pro12.

Leinster ha un rapporto ancora migliore con la Highland Cathedral, avendo vinto la Heineken Cup nella stagione 2008/09 battendo i Leicester Tigers in finale, oltre ad aver perso solo una volta (nel dicembre 2013) nelle ultime quattro apparizioni in EH12.

Per i Dubliners, 6 finali di Guinness Pro12 giocate con 3 successi (ultimo, nel 2014 contro i Warriors a Dublino) e 3 sconfitte – ultima, nel 2012 sempre in casa per mano degli Ospreys che impedirono ai Boys in Blue di completare un clamoroso double stagionale, dopo il successo in Heineken Cup ottenuto a Londra contro Ulster. Gli Ospreys si sono imposti nella prima finale, anno 2010, ancora contro Leinster e ancora alla RDS Arena.

Gli Ulstermen sono l’ultima squadra ad aver sconfitto Leinster in stagione (30-6 a Belfast) ma non sono riusciti a fermare la corsa di Jamie Heaslip (man of the match nella semifinale) e compagni verso la finale e, potenzialmente, il loro quinto successo celtico (nel 2007/08 non erano ancora stati introdotti i playoff).
Leinster è l’unica squadra ad essere riuscita a vincere due Pro12 consecutivi.

Le due squadre si sono incontrate 27 volte in Pro12-Celtic League; Leinster si è imposto 20 volte, mentre Connacht ha vinto in 7 occasioni, prendendosi quattro punti importantissimi per la sua classifica nell’ultima sfida (7-6) giocata allo Sportsground di Galway il 26 marzo scorso.

John Muldoon, se giocherà la finale, conquisterà la sua 275esima presenza con la maglia di Connacht. Isa Nacewa, invece, potrebbe tagliare il traguardo della 150esima presenza con Leinster – dopo il suo ritorno a Dublino lo utility back neozelandese è diventato capitano della Province.

Jamie Heaslip sabato potrebbe diventare il giocatore con più presenze (finora 5, con gli ex compagni Brian O’Driscoll – che ha giocato 400 minuti – e Shane Jennings) nel XV titolare di una finalista; Jonny Sexton, invece, punterà a migliorare il suo record di trasformazioni (4), punti messi a segno (50) e punizioni (14), provando magari anche a togliere lo zero dalla casella dei drop: finora, infatti, nessuno è mai riuscito a trovare i pali se non a gioco fermo durante una finale.

Leinster detiene il record per il maggior numero di punti messi a segno in una finale (34-12, contro i Warriors nel 2014) e per la vittoria con lo scarto più ampio (22 punti nella stessa gara), ma anche per essere stato sconfitto nella gara con il minor punteggio (9-19 contro Munster nel 2011) e quella con il minor scarto (30-31 contro gli Ospreys nel 2012). Ruan Pienaar, mediano di mischia di Ulster, vanta il record personale per il maggior numero di punti (18) messi a segno in una finale (2013, sconfitta “in casa” alla RDS Arena contro Leinster).

One thought on “Pro12, Road to Edinburgh: Qualche numero per capire la sfida

  1. […] Pat Lam aveva detto in settimana che “chiunque giochi, rappresenterà tutti i suoi compagni” e si è portato nella capitale scozzese tutti i 46 giocatori impiegati nel corso di una stagione che, domani, potrebbe far entrare Connacht nella Storia. Il XV titolare, però, non presenta particolari sorprese, con il miglior giocatore della Guinness Pro12, Bundee Aki, al centro in coppia con Henshaw, che sfiderà Leinster da avversario per l’ultima volta. Triangolo allargato formato da O’Halloran estremo e le due ali terribili Adeolokun-Healy (escluso, quest’ultimo, a sorpresa dalla lista dei convocati di coach Schmidt per il tour in Sud Africa), mentre in mediana ancora spazio alla coppia formata da MacGinty (anch’egli all’ultima in verde, prima del passaggio ai Sale Sharks) e Marmion. […]

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s