Pro12: Tutto pronto per la “super-sfida” dello Sportsground

Alba Ovale - 2016
Alba Ovale – 2016

Galway – Quanto sono lunghi dieci anni? Quate cose sono cambiate nelle nostre vite – oppure no – in questo periodo?

Nel rugby cosiddetto ‘moderno’, dieci anni sono un’eternita’. Dieci anni fa correva la stagione 2005/06, la Guinness Pro12 si chiamava ancora Celtic League, in Scozia c’erano tre squadrre ‘pro’ e Warriors e Connacht chiudevano la stagione, a pari punti, all’ultimo posto in classifica.

Si, avete letto bene. Ultimo posto in classifica.

Domani pomeriggio allo Sportsground, esaurito da un paio di settimane in ogni ordine di posto – anche dopo l’aggiunta di tribune temporanee – le stesse squadre si giocheranno non solo il diritto di ospitare la semifinale tra le mura amiche, ma anche la possibilita’ di chiudere la stagione al primo posto.

Chi crede, comunque, che Pat Lam e i suoi ragazzi siano contenti di aver centrato qualificazione alla prossima Champions Cup ‘per meriti propri’ e post-season celtica, si sbaglia di grosso. Cosi come chi pensa che Gregor Townsend e i Warriors non abbiano tutte le intenzioni di confermare il primo posto della regular season gia’ raggiunto lo scorso anno, prolungando a dieci la serie di vittorie consecutive e mettendosi nelle migliori condizioni possibili per difendere il titolo conquistato poco meno di un anno fa a Belfast.

Per lo ‘spareggio’ dello Sportsground torna a disposizione Stuart Hogg, miglior giocatore dell’ultimo RBS 6 Nations, che formera’ con Tommy Seymour e Lee Jones il triangolo allargato degli scozzesi.

Al centro agira’ la coppia formata da Alex Dunbar e Peter Horne, che prende il posto di Mark Bennett mentre in mediana la maglia numero 10 torna sulle spalle di Finn Russell che viene schierato da Townsend al fianco di Ali Price.

Prima linea completamente rivoluzionata, con Gordon Reid, Fraser Brown e Sila Puafisi, mentre in seconda si rivede capitan Gray al fianco del confermatissimo Leone Nakarawa, che settimana scorsa ha messo a segno un hat-trick contro le Zebre nell’ultima gara casalinga con la maglia dei. Warriors (della regular season, sperano un po’ tutti dalle parti dello Scotstoun…). Ryan Wilson prende il posto dell’Italiano Simone Favaro, che parte dalla panchina.

All’andata, lo scorso settembre, i Warriors sono riusciti a prendersi cinque punti ma hanno rischiato moltissimo, quando Connacht, con un ritorno allora davvero sorprendente – ma, rivisto adesso, oserei dire epitome della loro stagione – ha chiuso il match con una sola lunghezza di distacco e con due punti di bonus.

Glasgow Warriors: 15. Stuart Hogg 14. Tommy Seymour 13. Alex Dunbar 12. Peter Horne 11. Lee Jones 10. Finn Russell 9. Ali Price 1. Gordon Reid 2. Fraser Brown 3. Sila Puafisi 4. Leone Nakarawa 5. Jonny Gray (C) 6. Rob Harley 7. Ryan Wilson 8. Josh Strauss
Panchina: 16. Pat MacArthur 17. Jerry Yanuyanutawa 18. Zander Fagerson 19. Tim Swinson 20. Simone Favaro 21. Grayson Hart 22. Mark Bennett 23. Sean Lamont

Tiernan O’Halloran e Kieran Marmion festeggeranno domani pomeriggio il loro ingresso nei Centurion della Province dell’Ovest, con il mediano di mischia che e’ uno dei nove volti nuovi di Connacht rispetto alla squadra uscita sconfitta, un po’ a sorpresa, dalla sfida di Monigo contro il Benetton Treviso.

Pat Lam reinserisce nel XV titolare Robbie Henshaw – potenzialmente alla sua ultima gara casalinga prima del passaggio a Leinster al termine della stagione – che vestira’ la maglia numero 13, con Tiernan O’Halloran estremo e il rientrante AJ MacGinty – anch’egli in uscita a fine stagione, direzione Sale Sharks, dove potrebbe fare coppia con il gallese Phillips, nuovo acquisto del club – schierato apertura.

Capitan John Muldoon guidera’ la squadra dal centro della terza linea, affiancato da Ultan Dillan e Aly Muldowney. Curiosita’: Finlay Bealham, unico giocatore ad essere stato inserito nei 23 di Connacht in tutte le ventotto gare stagionali (Siberia compresa…) parte titolare come tighthead prop.

“In vista dei playoff non avremmo potuto chiedere di meglio che sfidare i campioni in carica, che sono in uno periodo di forma strepitoso. Glasgow non perde dallo scorso febbraio e sa essere pericoloso in tutte le zone del campo, sotto ogni aspetto” ha detto Pat Lam al sito ufficiale della Province. “Nonostante la posta in palio domani sia davvero alta, noi dobbiamo rimanere concentrati e non dimenticare come siamo arrivati a questo punto. Il segreto adesso e’ alzare il livello del nostro gioco e stare concentrati nelle prossime settimane.”
“Ci siamo garantiti un posto nei playoff, ma sappiamo cosa vorrebbe dire per il club e per tutti quelli coinvolti, riuscire a giocare la semifinale allo Sportsground per la prima volta”.

Dovessero servire conferme a quanto detto da Lam, chiedete a Munster cosa ha voluto dire giocare la semifinale allo Scotstoun di Glasgow nel 2014…

Connacht Rugby: 15 Tiernan O’Halloran 14 Niyi Adeolokun 13 Robbie Henshaw 12 Bundee Aki 11 Matt Healy 10 AJ MacGinty 9 Kieran Marmion 1 Ronan Loughney 2 Tom McCartney 3 Finlay Bealham 4 Ultan Dillane 5 Aly Muldowney 6 Sean O’Brien 7 Jake Heenan 8 John Muldoon (C)
Panchina: 16 Dave Heffernan 17 JP Cooney 18 Rodney Ah You 19 Quinn Roux 20 Eoin McKeon 21 John Cooney 22 Shane O’Leary 23 Peter Robb

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s