Pro12: Edinburgh spera in un miracolo nel “Super Saturday” celtico. Leinster ha in mano la semifinale casalinga

Alba Ovale - 2016
Alba Ovale – 2016

Galway – Se la sfida tra Connacht e Warriors, come abbiamo detto, decidera’ quale delle due squadre si garantira’ la semifinale casalinga, il “Super Saturday” celtico ci regala anche altri spunti di interesse.

Dopo la netta sconfitta patita a Belfast, domani Leinster ospita il Benetton Treviso e, con una vittoria piena, si garantira’ la semifinale casalinga, qualunque sia il risultato dello Sportsground. Se i Dubliners dovessero invece – piuttosto clamorosamente, ma questa stagione di Guinness Pro12 non sembra voler finire di regalarci sorprese – non vincere il match, Connacht e Warriors celebrerebbero nel terzo tempo la loro “home semi”

Il risultato della RDS Arena sara’ decisivo anche per conoscere chi, tra Leoni e Zebre, si qualifichera’ per la Champions Cup; nonostante gli ultimi pessimi risultati, infatti, un successo sui NG Dragons a Parma e la contemporanea sconfitta dei rivali a Dublino manderebbe il gruppo di coach Guidi nella massima competizione europea.

Tornando nella parte alta della classifica, domani a Limerick ci sara’ un solo risultato utile per Munster e Scarlets, ovvero la vittoria, ma se la Red Army e’ padrona del proprio destino, nella rincorsa affannosa dei gallesi al quarto posto serve anche la contemporanea sconfitta di Ulster a Swansea contro i redivivi Ospreys, anch’essi – dopo la netta vittoria raccolta nel JDIV di settimana scorsa contro i Cardiff Blues – tornati in corsa per un posto nella top-six celtica.

La situazione dei Gweilch e’, comunque, piuttosto ‘disperata’: per andare in Champions Cup, serve un successo da cinque punti su Ulster e la contemporanea sconfitta – con massimo un punto di bonus difensivo – di Munster. Agli Scarlets, invece, servirebbe la sconfitta di Ulster – posibilmente, a secco di punti, ma anche con uno solo – e anche un pareggio al Thomond Park li rimanderebbe in semifinale. Insomma, domani pomeriggio le due rivali dell’Ovest saranno costrette, loro malgrado, a tifare l’una per l’altra.

Niente e’ impossibile, ovviamente, ma Munster – sebbene in una stagione piuttosto difficile – non puo’ permettersi di fallire l’ultimo obiettivo rimastoe andare a vincere alla “fortezza Thomond” e’ sempre complicato. Piu’ facile, per quanto visto finora, che Ulster perda a Swansea – i nordirlandesi, infatti, sono stati troppo incostanti anche quest’anno.

Chi invece, domani, dovra’ solo vincere con bonus offensivo e sperare in un incrocio di risultati favorevoli da mal di testa e’ Edinburgh, che purtroppo, a nostro parere, e’ vicinissimo a conquistarsi la poco ambita palma di delusione stagionale. Il successo nella 1872 Cup e’ un buon risultato ma non puo’ essere visto come un traguardo stagionale e la difficolta’ – anche dovuta alle assenze di giocatori-chiave, va detto – di andare in meta con continuita’ (solo due bonus offensivi, troppo pochi per una squadra che ha ambizioni di top-six) e di inanellare una serie di risultati positivi, alla lunga, si paga. I Gunners non sono mai riusciti, se non sporadicamente, ad essere protagonisti e l’eliminazione, clamorosa, dalla Challenge Cup – che doveva, e poteva, essere un obiettivo stagionale – oltre all’aver perso l’occasione di provare a giocarsi le carte per disputare la finale casalinga rendono la stagione fallimentare.
Domani al BT Murrayfield ospiteranno i Blues, che fino alla vigilia del Judgement Day avevano coltivato il sogno di tornare nella top-six, in una gara che, salvo miracoli, chiudera’ una stagione vissuta da entrambe in tono minore.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s