“il Pro12 degli altri”: Connacht sabato può riscrivere la storia. Arriva Kelleher da Leinster

IMG_8682
Alba Ovale – 2016

Il calcio piazzato di Hayward, arrivato tre minuti dopo il tempo regolamentare, ha condannato Connacht alla sconfitta a Treviso. Il successo nettissimo, contro le Zebre, ha invece mandato i Warriors in vetta alla classifica proprio in vista dello scontro diretto in programma sabato prossimo allo Sportsground di Galway.

Non è stato un fine settimana del tutto negativo per Pat Lam e i suoi ragazzi, lo scorso, solo grazie alla vittoria di Ulster su Leinster che, lasciando i Dubliners a secco, li ha spediti al terzo posto, a un punto da Connacht e tre dai Warriors. Sabato lo scontro diretto di Galway deciderà chi delle due squadre giocherà la post-season in casa, ma una sconfitta (seppur improbabile) di Leinster in casa contro Treviso regalerebbe ad entrambe la semifinale tra le mura amiche.

Pat Lam si è detto tranquillo, nell’immediato post-partita di Monigo, nonostante i suoi abbiano dilapidato un vantaggio di 14-0 costruito nel primo quarto della gara. “Siamo tutti piuttosto dispiaciuti, perchè abbiamo molto probabilmente buttato via la gara“, ha detto l’head coach a Newstalk (fonte: PlanetRugby.com). Siamo comunque altrettanto determinati nel lasciarci questa partita alle spalle e prepararci durante la settimana per quella che sarà una gara importantissima. Giochiamo un buon rugby ma abbiamo anche aspetti di cui non siamo contenti e dobbiamo imparare da questi risultati

Fosse stata l’ultima gara della stagione, sarebbe stata una sconfitta devastante“, ha chiuso l’head coach. “Abbiamo conquistato la semifinale e sono convinto che abbiamo ancora possibilità di conquistare la chance di giocarla in casa, se vinciamo settimana prossima.

Sabato potrebbe essere l’ultima gara con la maglia della Province davanti al suo pubblico per Robbie Henshaw, che al termine dell’attuale stagione lascerà l’Ovest per giocare con Leinster. In una lunga intervista rilasciata all’Irish Independent, il 22enne trequarti dice, tra le altre cose, di aver iniziato a realizzare che “sabato, potenzialmente, sarà la mia ultima gara a Galway con Connacht”, oltre al fatto che Henshaw potrebbe lasciare la Province con un titolo in bacheca. “Me ne hanno parlato i miei genitori e sto iniziando a pensarci anch’io, mentre il match si avvicina; credo sarà una giornata strana per me. Sarà difficile vedere quello che lascio, dopo la gara, ma in generale ho ricordi indelebili e sono grato a Connacht e a tutti i tifosi che hanno creduto in me. Non sarei arrivato a questo livello senza tutto questo (…) It would probably make it … I don’t know. A bit of both maybe. It would make it difficult if we won the competition. Yeah … it would make it difficult if we won.”

Connacht Rugby ha annunciato oggi un nuovo acquisto, uno dei potenziali sostituti di Henshaw. Si tratta di Cian Kelleher, estremo che arriva da Leinster con un contratto di due anni. Kelleher, 21enne che può anche giocare ala e outside centre, ha giocato due stagioni con la Leinster Academy e vanta sette presenze in Guinness PRO12. Ha vestito la maglia dell’Irlanda a livello Under-18, U19 e U20.

Bundee AkiMatt Healy  e Craig Ronaldson tornano a disposizione di Pat Lam per lo spareggio di sabato e, molto probabilmente, verranno inseriti nei 23 che proveranno a battere i Warriors. All’andata, Connacht ha sfiorato una clamorosa rimonta, portandosi in Irlanda due punti di bonus e una sconfitta amarissima ma da quella sera i Galwegians non si sono praticamente più fermati, imparando dagli errori – fino, almeno, a settimana scorsa… – e scrivendo una delle pagine di storia più belle del Pro12, se non del rugby dell’emisfero nord. Sarà difficilissima per loro sabato, perchè i Warriors visti negli ultimi due mesi e mezzo fanno paura, sono reduci da nove vittorie consecutive e sentono vicinissima la semifinale casalinga, la terza consecutiva – e hanno anche dimostrato quanto sia fondamentale il fattore-campo nella post-season.

Connacht non batte i Warriors dal 2011 (allo Sportsground, 37-8) ma ha perso le ultime otto sfide contro gli scozzesi; la Province dell’Ovest ha perso tre delle ultime quattro gare giocate – compreso il quarto di finale di Challenge Cup, combattutissimo, contro Grenoble – ma in casa è imbattuto dal 26 dicembre scorso, sconfitto da Ulster. I nordirlandesi sono gli ultimi capaci di battere i Warriors (a Belfast il 12 febbraio scorso), poi per i campioni in carica sono arrivate solo vittorie.

Sarà difficilissimo, abbiamo detto, ma ieri sera il Leicester City si è laureato campione d’Inghilterra e ci ha insegnato che, a volte, anche i sogni più assurdi si possono avverare…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s