Melrose Sevens: Accies e Edinburgh in semifinale. Belgio eliminato dal Jed-Forest, Melrose e Watsonians danno spettacolo

image
Alba Ovale – 2016

Greenyards (Melrose) – I quarti di finale ci danno subito motivi di interesse con il terzo successo consecutivo degli Edinburgh Accies che, partiti dal primo turno, si guadagnano il diritto di entrare tra le migliori quattro del Torneo battendo Gala con quattro mete, tutte trasformate – l’ultima merita la citazione, con Ale Glashan che si fa cinquanta metri con l’ovale in mano dopo aver cercato, e trovato, il varco giusto nella difesa avversaria. Gli Accies, quindi, tengono vive le speranze di riportare la Ladies Cup nella Capitale, da cui manca dal 2002.

Il Belgio parte male anche nella sua seconda apparizione, andando ancora sotto nel punteggio in avvio di gara contro il Jed-Forest; nonostante vada sotto di due uomini (giallo a Shirra-Gibb e Chisholm) il club dei Borders riesce a chiudere la prima frazione in vantaggio, andando ancora in meta a tempo scaduto (il Belgio era riuscito, poco prima, a portarsi avanti con una meta trasformata). Jed-Forest non molla e conquista un successo magari non dal pronostico cosi scontato ma, alla luce della prestazione, assolutamente meritato. Per il Belgio invece, il titolo della delusione di giornata.

Melrose e Watsonians regalano al pubblico numeroso la miglior gara del turno, combattuta ed equilibrata per tutti i quattordici minuti. Si gioca a ritmi decisamente alti, con entrambe le squadre vogliose di vincere, ovviamente, ma di farlo giocando anche un buon rugby. Ventinove punti messi a segno, in totale, nel primo tempo (chiuso 17-12 per Melrose) e una ripresa che si apre con la meta di Godsmark, avviata e ispirata dal bellissimo passaggio di McAndrew. I Watsonians non si arrendono e dopo aver trovato la meta che riapre i giochi, hanno l’ultimo possesso e riescono a pareggiare ma non riescono a prendersi la gara, perche’ Ferguson manda la trasformazione decisiva, clamorosamente, lontano dai pali. 24-24, si va all’extra-time, con Melrose che da’ il via alle ostilita’; dopo qualche fase combattuta, e’ McAndrew a trovare lo spunto giusto che manda i padroni di casa in semifinale.

Nell’ultimo incontro va in scena il derby della capitale che mette di fronte il club ‘pro’ e quello campione di Scozia in carica, ovvero Edinburgh Rugby e Heriot’s. Nathan Fowles apre le marcature – dopo aver sbagliato il calcio d’inizio – ma fallisce la trasformazione; Edinburgh fatica a trovare il ritmo giusto e i Nails, pur passando la maggior parte della prima frazione nei propri 22m, riescono a rimanere agganciati alla gara – Hoyland sii fa scappare l’ovale poco prima di schiacciarlo in meta e si va a riposo sul 5-0. E’ comunque Nathan Fowles l’uomo del match, perche’ con la sua tripletta rompe gli equilibri e manda i Gunners in semifinale. C’e’ ancora tempo per la meta di Hoyland che serve solo per fissare il punteggio finale.

Quarti, risultati

Edinburgh Academical FC-Gala RFC 28-14
Jed-Forest RFC-Belgio 24-14
Watsonians FC-Melrose RFC 24-29 (dopo tempo supplementare)
Heriot’s Rugby Club-Edinburgh Rugby 0-22

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s