Pro12: Warriors, tornano i nazionali per lo “spareggio” con Ulster

20140316-073813-am.jpg
Alba Ovale – 2014

Gregor Townsend potrà contare sul rientro di numerosi giocatori, impegnati con la Scozia durante il 6 Nations appena conclusosi, per la delicatissima sfida di domani sera in programma allo Scotstoun Stadium di Glasgow – kick off 7.35pm, commento sul nostro sito – contro Ulster.

I nordirlandesi evocano dolci ricordi per i Glaswegians, sia per il successo ottenuto proprio contro gli Ulstermen nella semifinale dello scorso anno, sia soprattutto perchè a casa loro, il Kingspan Stadium di Belfast, hanno raccolto il primo, storico successo in Pro12. Questa stagione per i Warriors è stata piuttosto difficile, perchè è iniziata male e perchè i Glaswegians hanno dovuto, sia durante la RWC2015, sia durante il 6 Nations, fare a meno di numerosi elementi fondamentali nel piano di gioco del tecnico scozzese.

Domani sera, però, Townsend potrà finalmente schierare quella che, al netto di qualche assenza per infortunio, può essere definito il XV ideale dei Warriors. Stuart Hogg, che oggi ha raccolto il meritatissimo premio come miglior giocatore del 6 Nations, partirà estremo on Seymour e Sean Lamont all’ala, mentre in  mediana si rivede la coppia formata da Finn Russell – pienamente recuperato dalla concussion rimediata contro la Francia al BT Murrayfield – e Henry Pyrgos.

Al centro, Mark Bennett – escluso piuttosto a sorpresa dalle ultime due gare della Scozia ma che ha pagato la grande condizione di Duncan Taylor – torna a far coppia con Alex Dunbar, mentre nel pack Jonny Gray torna a guidare i Warriors dalla seconda linea affiancato da Leone Nakarawa, con Strauss al centro della terza linea e Harley-Fusaro la coppia di flanker.

Fuori per infortunio alla caviglia l’italiano Simone Favaro, in panchina siedono tra gli altri Duncan Weir e l’ala australiana Taqele Naiyaravoro.

Glasgow Warriors: 15. Stuart Hogg 14. Tommy Seymour 13. Mark Bennett 12. Alex Dunbar 11. Sean Lamont 10. Finn Russell 9. Henry Pyrgos 1. Gordon Reid 2. Fraser Brown 3. Sila Puafisi 4. Jonny Gray (C) 5. Leone Nakarawa 6. Rob Harley 7. Chris Fusaro 8. Josh Strauss
Panchina: 16. James Malcolm 17. Jerry Yanuyanutawa 18. Zander Fagerson 19. Tim Swinson 20. Ryan Wilson 21. Grayson Hart 22. Duncan Weir 23. Taqele Naiyaravoro

Paddy Jackson è pronto ad entrare nel ristretto gruppo dei Centurions di Ulster quando scenderà in campo domani, schierato in mediana in coppia con il sudafricano Ruan Pienaar. Ci sono cinque cambi rispetto al XV che ha ottenuto, seppur faticando oltre il previsto, il punto di bonus contro le Zebre nell’ultima gara prima della pausa per il 6 Nations. Capitan Rob Herring sarà affiancato in prima linea da Callum Black, che prende il posto di Kyle McCall come loosehead prop – mentre Ricky Lutton giocherà tighthead.

Alan O’Connor, che ha recuperato dall’infortunio, partirà in seconda linea con Franco van der Merwe; anche Iain Henderson, che mancava da dicembre, fa ritorno bel XV di Les Kiss in terza linea

Nei trequarti, Stuart Olding si muove estremo mentre Craig Gilroy torna all’ala sinistra. Stuart McCloskey farà coppia al centro con Luke Marshall.

Ulster Rugby (15-9; 1-8): S Olding, C Gilroy, L Marshall, S McCloskey, R Scholes, P Jackson, R Pienaar; C Black, R Herring (C), R Lutton, A O’Connor, F van der Merwe, I Henderson, C Henry, N Williams.
Panchina (16-23): J Andrew, K McCall, A Warwick, R Diack, S Reidy, P Marshall, S Windsor, D Cave.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s