6 Nations under-20: Una Francia cinica supera la Scozia

IMG_8914_Fotor
Alba Ovale – 2016

Broadwood Stadium (Cumbernauld) – Una Francia ordinata e cinica chiude i sogni di gloria della Scozia under-20 che, alla seconda sconfitta consecutiva, deve dire addio alle speranze di continuare a lottare per la conquista del Torneo. La gara, va detto, è stata segnata dalla meta tecnica che, arrivata dopo soli 4’, ha costretto la Scozia ad inseguire dovendo cambiare in corsa il proprio game-plan e sprecando energie preziose che, alla lunga, hanno tagliato le gambe ai padroni di casa.
La Francia ha ancora una residua speranza di trionfo ma deve sperare in un crollo del Galles che, anche stasera, è riuscito a vincere umiliando l’Inghilterra ad Ashton Gate, Bristol (risultato finale, 16-42) centrando la prima vittoria a livello under-20 sui rivali di sempre; nell’altra gara in programma, l’Irlanda deve faticare per avere la meglio dell’Italia. A Donnybrook finisce 19-13 per i Verdi.

La Francia “shocca” subito i wee Dark Blues, andando in meta grazie ad una bella esecuzione di una maul che costringe la difesa scozzese al crollo volontario e alla conseguente assegnazione di una penalty try, che viene trasformata dall’apertura dei Tricolores, Anthony Belleau.

Colpita a freddo, la Scozia cerca di riorganizzarsi ma rischia ancora, perche’ la Francia e’ bravissima nel contrattaccare velocemente. I Galletti concedono due punizioni consecutive al breakdown ma pagano dazio solo alla prima – piazzato di Hastings da media distanza – mentre nella seconda la Scozia sceglie la penal’touche, con la rimessa laterale che viene rubata dai francesi.

La Scozia, comunque, ricuce il distacco ad un solo punto quando siamo appena entrati nel secondo quarto di gara perche’ les Bluettes continuano ad essere troppo indisciplinati e concedono punizioni a ripetizione. Hastings ha ancora forza e precisione da quasi quaranta metri e al 25′ non ha occasione di portare avanti i suoi perche’ la Scozia decide di calciare in touche un’altra punizione, stavolta ben addentro i 22m francesi e proprio sotto i pali.

La scommessa paga, perche’ la difesa francese non riesce piu’ ad arginare le avanzate scozzesi e capitola al 26′ quando Robbins trova il varco giusto dopo qualche fase – e si stava giocando un vantaggio per la Scozia.

Hastings sbaglia il suo primo calcio ma in poco piu’ di venti minuti i Dark Blues piazzano un parziale di 11-0 che cancella lo spavento iniziale e li mette nelle migliori condizioni per gestire la gara. La Francia, pero’ si riporta sotto con il calcio di Belleau a punire un tenuto di Robbins che, in fase di ripartenza, sceglie la peggiore tra le opzioni a sua disposizione e viene costretto al tenuto poco fuori i propri 22m.

La gara subisce adesso una piega inaspettata perche les Bluettes vanno in meta nell’azione successiva, quando un placcaggio mancato da Fraser sui 10m avversari innesca un contrattacco rapidissimo che costringe Howarts a salvare una meta gia’ fatta con un placcaggio sull’estremo francese Buros. Il direttore di gara vede un’infrazione e assegna il vantaggio alla Francia sfruttato alla perfezione dal mediano di mischia, Dupont, che riesce a servire Laveau, gia’ dentro l’area di meta, con un calcio chirurgico. L’arbitro si affida al TMO prima di affidare la meta alla Francia, trasformata da Belleau, che con il contro-parziale di 0-10 si riporta avanti. Il primo tempo si chiude sul 14-17 perche’ Hastings punisce un’altra scorrettezza francese da poco oltre la meta’ campo avversaria.

La ripresa si apre con la Francia ancora in avanti e in meta alla seconda, vera occasione, con il centro Penaud che finalizza un’avanzata nata dalla bella iniziativa del mediano di mischia tricolore, Dupont, bravissimo nel recuperare un ovale vagante nei propri 22m e a ripartire sulla fascia sinistra, cogliendo la retroguardia scozzese colpevolmente scoperta. Belleau e’ ancora perfetto nella trasformazione e allunga il vantaggio francese oltre il break per la prima volta nel match.

Come nel primo tempo, la Scozia sceglie di non calciare tra i pali una punizione da ottima posizione e di andare invece in touche e, come allora, dalla touche nasce la meta che riapre la gara. E’ il pilone sinistro Murray a chiudere la rolling maul oltre la linea, unico giocatore ad aver marcato una meta in tutte le quattro gare finora giocate e la trasformazione di Hastings porta la Scozia a tre lunghezze di distacco.

La gara si riaccende di colpo ma si spegne, per sempre, al 71′ quando un pessimo calcio dal box di Dawson viene intercettato e sull’ovale vagante si avventa il flanker Concoriet che, nonostante il disperato tentativo di Nairn, riesce ad andare oltre la linea di forza. Belleau trasforma e riporta i Galletti avanti di dieci lunghezze, un gap che i wee Dark Blues non hanno piu’ la forza di colmare.

Robbins al 75′ trova il varco giusto ma Dupont, meritatissimo man of the match, riesce a placcare l’avanzata dell’ala scozzese che viene anche costretto all’in-avanti. La gara si ferma per cinque minuti per permettere i soccorsi al flanker Voisin, costretto a lasciare il campo in barella per un infortunio. Quando la gara riprende, la Francia va ancora in meta con l’apertura Belleau che completa la sua serata positiva – nonostante l’errore nella trasformazione – con la marcatura che fissa il risultato sul 21-36 con cui si chiudono match e speranze scozzesi.

Scozia 21
Francia 36

Score: 4′ Francia meta tecnica Belleau tr (0-7), 11′ Hastings cp (3-7), 22′ Hastings cp (6-7), 26′ Robbins m (11-7), 34′ Belleau cp (11-10), 36′ Laveau m Belleau tr (11-17), 40′ Hastings cp (14-17); 46′ Penaud m Belleau tr (14-24) 61′ Murray m Hastings tr (21-24), 71′ Cancoriet m Belleau tr (21-31), 79′ Belleau (21-36).

Scozia under-20: 15. Ruairi Howarth (Gala) 14. Ben Robbins (Currie) 13. Rory Hutchinson (Northampton Saints) 12. Tom Galbraith (Melrose) 11. Darcy Graham (Hawick) 10. Adam Hastings (Bath Rugby) 9. Hugh Fraser (Heriot’s) 1. Murray McCallum (Heriot’s) 2. Jake Kerr (Boroughmuir) 3. Zander Fagerson (Glasgow Warriors) 4. Callum Hunter-Hill (Stirling County) 5. Scott Cummings (C) (Glasgow Hawks) 6. Andrew Davidson (Glasgow Hawks) 7. Matt Smith (Glasgow Hawks) 8. Ally Miller (Melrose)
Panchina: 16. Lewis Anderson (Ayr) 17. George Thornton (Bishop Burton College) 18. Callum Sheldon (Leeds Beckett University) 19. Stephen Ainslie (Currie) 20. Scott Burnside (Boroughmuir) 21. Ruaridh Dawson (Newcastle Falcons) 22. George Taylor (Melrose) 23. Robbie Nairn (Harlequins)

Francia under-20: Buros – Laveau, Septar, Penaud, Pilati – (o) Belleau, (m) Dupont – Roumat, Cancoriet, Voisin – Tanguy, Verhaegue – Setiano, Fourcade, Castets
Panchina: Walcker, Mauvaka, Simutoga, Pesenti, Jelonch, Couilloud, Seguy, Mignot

HT: 14-17
Man of the match: Antoine Dupont (Francia)
Arbitro: Tom Foley (RFU)

One thought on “6 Nations under-20: Una Francia cinica supera la Scozia

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s