RBS 6 Nations: Scozia, contro la Francia per fare la storia

IMG_0369_Fotor
Alba Ovale – 2016

Edimburgo – Domenica prossima la Scozia scenderà in campo al BT Murrayfield contro la Francia nell’ultima sfida del quarto turno dell’RBS 6 Nations 2016 e, dopo il successo netto e meritato conquistato due sabati fa a Roma, il morale della truppa guidata da Vern Cotter è, finalmente, a livelli accettabili.

Peter Horne, nell’immediato post-partita, ha detto che “siamo i primi a sapere che, dopo tanti risultati negativi, non abbiamo vinto nulla prendendoci una vittoria e dobbiamo ancora dimostrare molto” ma sicuramente aver interrotto la brutta striscia negativa di nove sconfitte consecutive nel Championship ha calmato le acque dalle parti di EH12.

Contro la Francia di Guy Novès, che sarà in cerca di rivincita dopo la brutta sconfitta rimediata a Cardiff due settimane fa nel primo Friday Night dell’edizione 2016, non sarà una passeggiata ma la Scozia sa che, se riuscirà finalmente a trovare continuità di gioco, limitando al massimo gli errori e capitalizzando le occasioni create, ha le carte in regola per centrare un risultato positivo che darebbe anche un senso alle recriminazioni – legittime – per la mancata semifinale nell’ultima RWC2015.

Dopo un altro autunno promettente, infatti, la Scozia sembrava ancora caduta in preda alla sindrome da 6 Nations che l’aveva colpita dopo il febbraio 2014, quando un drop di Duncan Weir aveva regalato l’ultimo successo nel Torneo più antico del mondo del rugby. Ma il successo conquistato a Roma, a chiudere un cerchio tutt’altro che magico, sembra aver riacceso, se non l’entusiasmo, almeno una buona dose di speranza.

Aver avuto due giorni in più per prepararci alla prossima sfida ci permette di lavorare con calma e tranquillità e di focalizzarci sul nostro obiettivo, che è quello di battere la Scozia“, ha detto Machenaud al sito ufficiale della federazione francese. “Non potevamo chiedere di meglio, di avere tempo per lavorare, ma battere la Scozia è diventato molto difficile. Sono una squadra che sa giocare bene in ruck e mischia chiusa e che ha nei due fratelli Gray i punti di forza in touche. Se vorremo avere la meglio, dovremo faticare e mettere in campo una partita praticamente perfetta“.

Certo, possono sembrare parole di circostanza, ma nessuno meglio di noi sa che il potenziale della Scozia è davvero enorme, e che il problema più grande del “XV du Chardon” è riuscire a liberare la testa e metterlo, una volta per tutte, in campo. Non è facile, ma Laidlaw e compagni sanno, adesso, che possono anche vincere.
Venerdì Cotter darà i 23 che cercheranno di conquistare il secondo successo, che contro i Tricolores manca da dieci anni – ultima vittoria nel 2006 (20-16), poi solo delusioni per i Dark Blues che, oltretutto, hanno perso le ultime sette gare giocate alla Highland Cathedral. ultimo successo contro l’Irlanda nel 2013, ultimo anno in cui hanno vinto due gare consecutive. La Francia, dal canto suo, dopo aver vinto lontano dallo Stade de France proprio ad Edimburgo nel 2014 – con un calcio piazzato di Doussain a due minuti dalla fine di una gara dominata per larghi tratti dalla Scozia, ha conquistato un solo successo, contro l’Italia lo scorso anno.

La Francia è in vantaggio negli scontri diretti (51 vittorie per i Galletti contro le 34 scozzesi – 3 pareggi) in totale e in netto vantaggio per quanto riguarda le sfide di 6 Nations (15 vittorie e una sola sconfitta), ma al BT Murrayfield, nonostante gli ultimi risultati negativi, la Scozia ha vinto 19 volte, contro le 17 dei transalpini (e un pareggio).

Nelle altre gare della giornata, l’Inghilterra, battendo il Galles, farebbe un passo in avanti forse decisivo verso la conquista del Titolo, oltre a garantirsi la Triple Crown, mentre l’Irlanda cercherà, contro un’Italia troppo incostante, di dimenticare un inizio di 6 Nations difficile.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s