Pro12: Edinburgh con quattro cambi per gli Ospreys. Quattro nazionali nel XV dei Warriors

16595462465_8b4243553a_k
Credit: Jason O’Callaghan

Le due squadre scozzesi saranno impegnate nel Friday Night celtico, Edinburgh in trasferta e i Warriors a Kilmarnock, con lo stesso obiettivo: fare più punti possibili per rimanere agganciati – Edinburgh – e non perdere troppo terreno – i Warriors – dalla vetta della classifica.

Alan Solomons cambia quattro elementi nel XV che settimana scorsa è andato vicinissimo alla vittoria in rimonta a Llanelli contro gli Scarlets. Sean Kennedy e Dougie Fife tornano fra i trequarti, dove ci sarà anche Tom Brown, fresco di rinnovo, mentre nel pack Allan Dell si sposta loosehead prop al posto di Rory Sutherland, rimasto nel gruppo della Scozia che sta già preparando la trasferta italiana, e Jamie Ritchie entra come blindside flanker al posto di capitan Coman infortunato.
C’è un’ulteriore buona notizia per i Gunners, che vedono il lungo degente Grant Gilchrist tornare a disposizione in panchina, dove siederà anche Sam Hidalgo-Clyne, rilasciato da Cotter per la sfida di Swansea.

Gli Ospreys, che saranno guidati dall’ex Zebra Brendon Leonard come capitano, possono contare sul rientro di qualche nazionale e scenderanno in campo cercando di costruire sull’entusiasmo che il successo di Cork ha riportato in tutto l’ambiente. Il pilone destro Ma’afu Fia debutterà dal primo minuto con la maglia dei Gweilch, mentre in mediana il già citato Leonard agirà in coppia con Sam Davies, con Habberfield, fresco di rinnovo, pronto a subentrare al mediano di mischia ex All Blacks a gara in corso. Gli Ospreys la scorsa stagione hanno iniziato benissimo, con una serie di vittorie consecutive, salvo poi sprecare tutto il vantaggio acquisito durante il 6 Nations, mancando la qualificazione alla post-season celtica. Quest’anno sperano che accada il contrario ma per tornare in corsa per uno dei quattro posti dovranno sfruttare al meglio tutte le prossime otto gare della regular season.

“We’re going up against an experienced, big and physical team who have the second best defence in the league, so it’s not going to be easy. They should have won at the Scarlets last week and were desperately unlucky, so we realise the size of the challenge they’ll pose. The boys coming back from Wales will give us a welcome boost but the reality is that it’s a still a young group going into battle again who will need the full support of the crowd on Friday to really lift them and get behind them”, ha detto Steve Tandy, head coach degli Ospreys, al sito ufficiale della Region.

“There are eight games left and each of them is massive for us in terms of how the season shapes up. Nothing will be won or lost this week, but we know that if we want to climb the table then we have to take points off the teams above us in the table, just as we did last weekend.

Ospreys: 15 Dan Evans 14 Jeff Hassler 13 JJ Engelbrecht 12 Owen Watkin 11 Ben John 10 Sam Davies 9 Brendon Leonard (C) 1 Nicky Smith 2 Sam Parry 3 Ma’afu Fia 4 James King 5 Rory Thornton 6 Dan Lydiate 7 Sam Underhill 8 Dan Baker
Panchina: 16 Scott Otten 17 Gareth Thomas 18 Aaron Jarvis 19 Rynier Bernardo 20 Olly Cracknell 21 Tom Habberfield 22 Josh Matavesi 23 Eli Walker

Edinburgh Rugby: 15 Greig Tonks 14 Dougie Fife 13 Michael Allen 12 Sam Beard 11 Tom Brown 10 Phil Burleigh  9  Sean Kennedy 1  Allan Dell 2  Neil Cochrane (C) 3  John Andress 4  Anton Bresler 5  Ben Toolis 6 Jamie Ritchie 7  Hamish Watson 8  Cornell Du Preez
Panchina: 16 George Turner 17 Grant Sheills 18 Simon Berghan 19 Grant Gilchrist 20 Magnus Bradbury 21 Sam Hidalgo-Clyne 22 Chris Dean 23 Blair Kinghorn

Anche i Warriors potranno contare sul ritorno di quattro nazionali per la delicata sfida del Rugby Park di Kilmarnock; Sean Lamont, Gordon Reid, Tim Swinson e Duncan Weir sono tutti inseriti nel XV di Gregor Townsend per il match contro Munster che dirà molto delle possibilità future dei Glaswegians in questa stagione. L’italiano Simone Favaro partirà dalla panchina.

Munster è un avversario sempre difficile da affrontare e, nonostante i dolci ricordi che rievoca a chi ha a cuore le sorti dei Warriors dopo il trionfo a Belfast nella finale di Pro12 dello scorso anno, va affrontato con cautela. I Warriors, oltretutto, non possono più permettersi di perdere punti per strada perchè, pur avendo due gare da recuperare, sono distanti quattordici lunghezze dal quarto posto, l’ultimo valido per i playoff.
Donnacha Ryan, Tommy O’Donnell e James Cronin dopo aver preso parte alle prime due gare di 6 Nations con l’Irlanda sono tornati a disposizione di Anthony Foley sono stati inseriti nei 23. O’Donnell e Ryan sono due dei tre cambi nel pack (l’altro vede Niall Scannell come tallonatore), mentre Cronin partirà dalla panchina.

Glasgow Warriors: 15. Peter Murchie 14. Taqele Naiyaravoro 13. Glenn Bryce 12. Peter Horne 11. Sean Lamont 10. Duncan Weir 9. Ali Price 1. Gordon Reid 2. James Malcolm 3. Sila Puafisi 4. Tim Swinson 5. Leone Nakarawa 6. Rob Harley 7. Chris Fusaro 8. Josh Strauss (C)
Panchina: 16. Cammy Fenton 17. Jerry Yanuyanutawa 18. Zander Fagerson 19. Greg Peterson 20. Simone Favaro 21. Grayson Hart 22. Fraser Lyle 23. Rory Hughes

Munster Rugby: Andrew Conway; Darren Sweetnam, David Johnston, Rory Scannell, Ronan O’Mahony; Ian Keatley, Tomás O’Leary; Dave Kilcoyne, Niall Scannell, John Ryan; Donnacha Ryan, Billy Holland – capt.; Jack O’Donoghue, Tommy O’Donnell, Robin Copeland.
Panchina: Mike Sherry, James Cronin, Mario Sagario, Dave Foley, Conor Oliver, Duncan Williams, Johnny Holland, Cian Bohane.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s