“il 6 Nations degli altri”: Tre mete di Joseph spezzano la resistenza azzurra

IMG_3674
AlbaOvale (C) 2014

Tre mete di Jonathan Joseph, arrivate in mezz’ora di gioco nel secondo tempo, spezzano la resistenza italiana e lanciano la Rosa verso la vetta della classifica di RBS 6 Nations dopo due giornate, a punteggio pieno e a pari punti con la Francia.

Nella prima frazione la gara è equilibrata e, nonostante l’Inghilterra vada in meta con George Ford, l’Italia non si scompone e riesce ad andare a riposo sotto 9-11 dopo aver fallito con Canna, decisamente uno dei migliori dei suoi, il calcio del potenziale sorpasso.

Nella ripresa si scatena l’uragano-Joseph, con il centro di Bath che va in meta tre volte in poco meno di mezz’ora rovinando un pomeriggio quasi perfetto per gli Azzurri. La prima meta arriva con un intercetto (52′), la seconda andando a recuperare un bel passaggio al piede del neo-entrato Danny Care (58′) e la terza, a decretare la hat-trick (che non basterà per prendersi il titolo di man of the match, che va a Ben Youngs) con una bella progressione in cui il centro si porta oltre la linea tre avversari (71′). La Rosa non si ferma più e Owen Farrell trova la quinta meta per gli ospiti, fissando con la trasformazione il punteggio sul 9-40 con cui si chiude la gara.

L’Italia ha commesso qualche errore di troppo e ha mollato di testa dopo la prima meta di Joseph, ma il punteggio punisce troppo pesantemente gli Azzurri che, adesso, avranno due settimane per preparare lo scontro diretto con la Scozia.

A Roma, l’Inghilterra batte l’Italia 9-40.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s