Pro12: Warriors, due punti e qualche rimpianto a Swansea

Screen Shot 2016-02-01 at 13.24.48I Glasgow Warriors tornano dalla trasferta di Swansea con due punti in tasca e qualche rimpianto, perchè nel match di ieri contro gli Ospreys avrebbero potuto portarsi a casa l’intera posta in palio se fossero riusciti a limitare gli errori e, soprattutto, a difendere meglio.

Finisce 20-20 una gara equilibrata in cui i Warriors sono stati, almeno nel primo tempo, in controllo, salvo poi subire il recupero dei Gweilch rischiando quasi di chiudere con una sconfitta; a dimostrazione che il rugby non è una scienza esatta, arrivano le parole rilasciate da Chris Gibbes, allenatore degli avanti dei gallesi: “Abbiamo avuto un sacco di occasioni per vincere la gara e siamo molto dispiaciuti di non averle finalizzate; possiamo dunque parlare di due punti persi, ma continueremo a guardare avanti”, ha detto Gibbes al South Wales Evening Post, prima di ribadire comunque che “ho visto bel rugby e ci sono molti aspetti incoraggianti, ma abbiamo anche commesso errori, quindi dovremo cercare di eliminarli se saremo capaci”.

Andati a riposo in vantaggio 10-13 – al piede di Weir risponde quello di Sam Davies, prima che Eli Walker vada in meta seguito a ruota da Rory Hughes – nella ripresa i Warriors vanno sul 13-20 (Davies aveva temporaneamente pareggiato dalla piazzola) con la meta di Gordon Reid ma, quando la gara entra nell’ultimo quarto di gioco, Duncan Weir manca il suo secondo piazzato di giornata e gli Ospreys riprendono coraggio. Al 68′ la meta di Dan Evans, trasformata ancora da Sam Davies, riportava i Gweilch in parità e a otto minuti dalla fine un drop sballato di Davies salvava i Warriors da quella che, nonostante il Liberty Stadium sia sempre un campo difficile in cui giocare, sarebbe stata una punizione troppo pesante.

In classifica generale le squadre mantengono le loro posizioni della vigilia – ovvero, rispettivamente, Ospreys settimi e Warriors ottavi – ma i Glaswegians hanno due gare da recuperare; i playoff sono lontani otto punti (Edinburgh, quarto, siede a 37 punti) ma se i Warriors vorranno continuare la loro difesa del titolo conquistato a Belfast nel maggio 2015, dovranno portarsi a casa punti “pesanti” durante il 6 Nations.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s