Pro12: Edinburgh e Warriors, doppia trasferta gallese in cerca di risposte

15036515299_36958baaf3_
Credit: Jason O’Callaghan

Torna la Guinness Pro12 e le due squadre scozzesi, entrambe in trasferta, hanno occasione di buttarsi nel campionato domestico, per cercare di dimenticare le delusioni raccolte in Europa.

Edinburgh Rugby sarà di scena al BT Sport Cardiff Arms Park contro i Blues e Solomons cambia undici elementi rispetto al XV uscito sconfitto da Grenoble ed eliminato dalla European Challenge Cup sabato scorso.

Cornell Du Preez e Neil Cochrane, freschi di rinnovo del contratto coi Gunners, partono subito titolari nel pack, dove Captain Mike Coman si sposta in seconda linea a fianco di Alex Toolis, mentre fra i trequarti solo Greig Tonks estremo, Michael Allen al centro e Phil Burleigh in mediana mantengono il posto.

Va detto che i cambi sono dettati anche e soprattutto dall’ormai imminente inizio dell’RBS 6 Nations con i giocatori impegnati nel gruppo della Scozia che sono stati lasciati a riposo, oltre a dover far fronte a qualche infortunio; sono indisponibili Jack Cuthbert (arm), Grant Gilchrist (groin), Damien Hoyland (knee), Nasi Manu (neck), Fraser McKenzie (neck), Jade Te Rure (knee) e Ben Toolis (leg), mentre Alasdair Dickinson, Ross Ford, WP Nel, John Hardie, Sam Hidalgo-Clyne, Matt Scott sono impegnati con la Nazionale.

Sabato a Cardiff i Gunners scenderanno in campo da terzi in classifica ma sarà davvero difficile riuscire a tornare nella capitale scozzese con un successo; se Edinburgh vorrà seriamente candidarsi per un posto nella top four celtica, però, una vittoria in Galles sarebbe importantissima.

Il Wallaby Salesi Ma’AfuThe parte titolare nei Blues, anch’essi costretti a numerosi cambi per infortuni e giocatori impegnati con la nazionale. Sono dieci i volti nuovi rispetto al XV che ha battuto comodamente Calvisano nell’ultimo turno di Challenge Cup – risultato comunque inutile ai fini della classifica, con i gallesi già eliminati dalla corsa ai quarti in una Pool che ha visto qualificarsi Harlequins e Montpellier-Herault.
Ci sarà anche l’Azzurro Manoa Vosawai in terza linea, mentre il nazionale statunitense Blaine Scully e Aled Summerhill agiranno al centro e Rhys Patchell in mediana.
Nove giocatori sono impegnati con il Galles, mentre Sam Hobbs (concussion) e Lou Reed (piede) sono fuori per infortunio.

Calcio d’inizio fissato alle 5.15pm, con diretta in UK su Sky Sports.

Edinburgh Rugby: 15 Greig Tonks 14 Dougie Fife 13 Michael Allen 12 Andries Strauss 11 Tom Brown 10 Phil Burleigh 9   Nathan Fowles 1 Rory Sutherland 2 Neil Cochrane 3 John Andress 4 Alex Toolis 5 Mike Coman (C) 6 Jamie Ritchie 7 Hamish Watson 8 Cornell Du Preez
Panchina: 16 Stuart McInally 17 Allan Dell 18 Simon Berghan 19 Magnus Bradbury 20 George Turner 21 Sean Kennedy 22 Will Helu 23 Blair Kinghorn

Cardiff Blues: 15 Dan Fish, 14 Blaine Scully, 13 Rey Lee-Lo, 12 Gavin Evans, 11 Aled Summerhill, 10 Rhys Patchell, 9 Tavis Knoyle; 1 Thomas Davies, 2 Matthew Rees (c), 3 Salesi Ma’afu, 4 Jarrad Hoeata, 5 James Down, 6 Ellis Jenkins, 7 Josh Navidi, 8 Manoa Vosawai
Panchina: 16 Ethan Lewis, 17 Bradley Thyer, 18 Dillon Lewis, 19 Macauley Cook, 20 Jevon Groves, 21 Tomos Williams, 22 Jarrod Evans, 23 Elis-Wyn Benham

15172447052_2b7402a4a6_k_Fotor
Peter Murchie torna nel XV dei Warriors (Credit: Jason O’Callaghan)

Il flanker Rob Harley torna a disposizione di Gregor Townsend per la difficile trasferta di domenica prossima, quando Warriors faranno visita agli Ospreys al Liberty Stadium di Swansea (domenica 2.30pm, diretta tv su BBC ALBA).

Harley, assente nelle ultime sei settimane per un infortunio al pollice, torna in terza linea a fianco di Ryan Wilson, che guiderà i Glaswegians da capitano, con Josh Strauss – che ha recuperato dopo quattro settimane a bordo campo per concussion – che siederà in panchina. Fra i trequarti si rivede anche Peter Murchie, che parte titolare per la prima volta da settembre dopo un infortunio al gomito.

Duncan Weir farà la sua 101esima presenza coi Warriors, in mediana al fianco di Grayson Hart.

Glasgow Warriors: 15. Peter Murchie 14. Lee Jones 13. Taqele Naiyaravoro 12. Sam Johnson 11. Rory Hughes 10. Duncan Weir 9. Grayson Hart 1. Ryan Grant 2. Pat MacArthur 3. Sila Puafisi 4. Greg Peterson 5. Leone Nakarawa 6. Rob Harley 7. Chris Fusaro 8. Ryan Wilson (C)
Panchina: 16. James Malcolm 17. Gordon Reid 18. D’arcy Rae 19. Josh Strauss 20. James Eddie 21. Ali Price 22. Gregor Hunter 23. Glenn Bryce

Gli Ospreys devono fare a meno Lloyd Ashley, che sarà costretto a sottoporsi ad intervento chirurgico e salterà il resto della stagione, e Hanno Dirksen per infortuni rimediati nello sfortunato match di domenica scorsa a Exeter; la sconfitta contro i Chiefs ha chiuso ai gallesi le porte dei quarti di finale di Champions Cup e fermato un ruolino di marcia positivo dei gallesi che, dopo il pessimo inizio stagionale, sembravano aver trovato il loro equilibrio. I Gweilch possono pensare adesso solo alla Guinness Pro12 e il match di domenica offre loro una ghiotta occasione per continuare a risalire la classifica; anche loro dovranno fare a meno dei nazionali e l’ex All Blacks e Zebre Brendon Leonard sarà il capitano.

Ospreys: 15 Dan Evans 14 Tom Grabham 13 Owen Watkin 12 Josh Matavesi 11 Eli Walker 10 Sam Davies 9 Brendon Leonard (C) 1 Nicky Smith 2 Sam Parry 3 Dmitri Arhip 4 Rynier Bernardo 5 Rory Thornton 6 Joe Bearman 7 Sam Underhill 8 Dan Baker
Panchina: 16 Scott Otten 17 Gareth Thomas 18 Ma’afu Fia 19 Adam Beard 20 Olly Cracknell 21 Tom Habberfield 22 Ben John 23 JJ Engelbrecht

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s