Champions Cup: Chiefs ai quarti e nella storia all’ultimo respiro. Fuori anche Clermont, è la “caduta degli dei”

Screen Shot 2016-01-24 at 22.40.45Dopo la qualificazione quasi “miracolosa” dei London Irish di ieri in Challenge Cup, anche la Champions Cup ci ha riservato un pomeriggio intrigante con un finale “thriller”. Dopo la “rivoluzione” dello scorso anno, sono escluse dai quarti squadre del calibro di Leinster, Munster, Bath, Stade Toulousain e Ulster; una vera e propria “caduta degli dei”.

Lo Stade Français ha centrato l’obiettivo qualificazione battendo i Leicester Tigers allo Stade Jean Bouin con il punto di bonus offensivo, al termine di una gara piuttosto nervosa ma mai davvero in discussione. A Parigi i francesi si impongono 36-21 in quella che, a parti invertite, sarà una delle gare dei quarti di finale. Nell’altro incontro della Pool 4, Munster chiude con il successo sul Benetton una campagna europea da dimenticare in fretta per entrambe; a Treviso finisce 5-28, per i Leoni va in meta Lazzaroni, mentre la seconda meta di O’Mahony regala il bonus alla Red Army. Con il successo dello Stade Français, Ulster dice addio alle residue speranze di knockout stage e l’Irlanda si trova dopo almeno dieci anni senza nemmeno una Province nei quarti della maggiore competizione europea per club.

L’attenzione di tutti si sposta sulla Pool 2, quella in assoluto più equilibrata. E le attese non sono state deluse; pronti, via e Clermont va in meta due volte in quattro minuti (Davies e Nakaitaci, entrambe trasformate da Parra), mettendo in discesa la strada verso un punto di bonus che garantirebbe ai francesi il passaggio ai quarti. Bordeaux, però, non ci sta e al 20′ pareggia, trovando due mete che riaprono l’incontro, entrambe trasformate da Beauxis. Serin con due piazzati porta avanti gli ospiti, prima che Clermont trovi altre due mete con Chouly e Jedrasiak. Parra trasforma e, in condizioni normali, metterebbe la gara in ghiaccio ma i Bordeaux-Begles non ci stanno e rimontano ancora, marcando altre due mete prima di riportarsi avanti col piede del neo-entrato Bernard. La gara, però, non ha ancora vissuto il suo climax.

Nel match giocato in contemporanea al Sandy Park di Exeter, infatti, i Chiefs dopo un primo tempo equilibrato sono comodamente avanti sugli Ospreys – finisce 33-17 per i padroni di casa, con i gallesi che non riescono a gestire i due punti di vantaggio in classifica con cui si erano presentati all’ultima giornata, crollando a pochi passi dal traguardo e rendendo amarissima l’Europa per le rappresentanti del Pro12, tutte escluse nella fase a gironi.

Con la vittoria dei Chiefs e, soprattutto, con gli Ospreys rimasti a secco, a Clermont basterebbe prendersi anche il punto di bonus difensivo per passare ai quarti; c’è un problema di comunicazione, però, perchè i Clermontois sono sotto nove punti contro Bordeaux e hanno una punizione sotto i pali ad un minuto dalla fine ma anziché scegliere di calciare, decidono di giocare veloce. La scelta di Parra si rivelerà decisiva, perchè la difesa di Bordeaux tiene e Clermont esce sconfitto 28-37 a mani vuote dallo Stade Marcel Michelin, dicendo addio all’Europa.

Exeter Chiefs, Bordeaux-Begles e Ospreys chiudono tutte a 16 punti in classifica.
Secondo le regole dell’EPCR, la classifica avulsa viene quindi determinata dai risultati negli scontri diretti tra le tre squadre; Exeter Chiefs e Bordeaux-Begles hanno entrambe conquistato 11 punti, mentre gli Ospreys 10, e questo elimina i Gweilch dalla corsa.
Exeter Chiefs e Bordeaux-Begles sono a pari punti nelle gare giocate e si deve quindi dare a vedere la differenza tra punti marcati e subiti nelle sfide fra le tre squadre.
La differenza punti dei Chiefs dice +12, quella dei Bordeaux-Begles – 5 e, dopo tutti i calcoli, gli inglesi possono festeggiare il passaggio ai quarti di Champions Cup come prima della Pool 2. Hanno di che festeggiare anche i Northampton Saints, che sono l’unica squadra che ha potuto stappare lo spumante davanti alla tv.

Dopo questo bailamme di emozioni, gli accoppiamenti per i quarti di finale di Champions Cup sono:

(1) Saracens  v Northampton Saints
(2) Wasps v Exeter Chiefs
(3) Racing 92 v RC Toulon
(4) Leicester Tigers v Stade Francais Paris

Per chi giocherà in casa le semifinali (accoppiamento vincente (1)-(2) e vincente (3)-(4), ci affidiamo ancora una volta al comunicato stampa ufficiale EPCR – va ricordato che “the semi-final matches will be played at venues designated by EPCR, and the following clubs will have home country advantage in their respective matches“.

SEMI-FINAL 1
If Saracens (ranked No 1) and Wasps (ranked No 4) win their quarter-finals, Saracens will have home country advantage

If Saracens (ranked No 1) and Exeter Chiefs (ranked No 5) win their quarter-finals, Exeter Chiefs will have home country advantage

If Northampton Saints (ranked No 8) and Wasps (ranked No 4) win their quarter-finals, Northampton Saints will have home country advantage

If Northampton Saints (ranked No 8) and Exeter Chiefs (ranked No 5) win their quarter-finals, Exeter Chiefs will have home country advantage

SEMI-FINAL 2
If Racing 92 (ranked No 3) and Leicester Tigers (ranked No 2) win their quarter-finals, Leicester Tigers will have home country advantage

If Racing 92 (ranked No 3) and Stade Francais Paris (ranked No 7) win their quarter-finals, Stade Francais Paris will have home country advantage

If RC Toulon (ranked No 6) and Leicester Tigers (ranked No 2) win their quarter-finals, RC Toulon will have home country advantage

If RC Toulon (ranked No 6) and Stade Francais Paris (ranked No 7) win their quarter-finals, RC Toulon will have home country advantage

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s