Coppe Europee: Edinburgh continua a vincere. Saracens autoritari a Belfast, Montpellier lascia a secco Calvisano

Screen Shot 2015-11-20 at 19.46.58
Ulster e Saracens durante il minuto di silenzio prima del match, in memoria delle vittime degli attentati di Parigi e di Jonah Lomu, scomparso in settimana 

Edinburgh Rugby continua a vincere in Europa, centrando il secondo successo della sua nuova campagna – decimo successo negli ultimi dodici incontri – andando a battere Agen a domicilio. Unico rimpianto di serata per i Gunners, non essere riusciti a portarsi in Scozia il punto di bonus offensivo – tre mete messe a segno, una tecnica e una a testa per Du Preez e John Hardie, sempre più a suo agio con i nuovi compagni.

Dopo la splendida prova contro Grenoble, il pack di Edinburgh è sugli scudi anche stasera; Hardie, man of the match, oltre a marcare una meta propizia quella del compagno di reparto Du Preez ma nel primo tempo, dopo due calci piazzati di Tonks a muovere il tabellino, è il pacchetto di mischia scozzese che conquista la meta tecnica al 35′. Per Agen, troppo indisciplinato e mai veramente in partita, solo due calci piazzati di di capitan Darbo.

Con la vittoria di stasera (6-27) i Gunners vanno in testa alla pool 5, in attesa del match di domani tra Grenoble e London Irish.

Agen 6 (Darbo cp 50′, 55′)
Edinburgh Rugby 27 (mete: m tecnica 32′, Du Preez 42′, Hardie 69′; tr: Tonks 3; cp: Tonks 20′, 23′)

Si sono giocate altre due gare stasera; in Champions Cup, dopo un primo tempo ‘sornione’ in cui hanno fatto sfogare Ulster, mantenendo i nordirlandesi a distanza di sicurezza (9-5), i Saracens nella ripresa ammutoliscono il Ravenhill con un parziale di 22-0, portandosi a Londra tonnellate di fiducia e un punto di bonus offensivo dal peso specifico incalcolabile. Quattro mete messe a segno dai Sarries – va sottolineata la seconda innescata da un offload magistrale dello scozzese Duncan Taylor (autore della terza meta, su giocata di Farrell) a servire Goode, ma tutta la squadra del DoR McCall, ex di serata, merita una citazione particolare per il gioco messo in campo. Ulster, ancora una volta, paga i cali di tensione e la scarsa efficacia in fase offensiva; per gli Ulstermen il cammino in Europa si fa già terribilmente in salita e servirà un’impresa contro Tolosa per sperare di tornare in corsa almeno per il secondo posto. I Saracens, imbattuti in Inghilterra e in Europa, sembrano lanciatissimi verso i quarti di finale.

In Challenge Cup, tutto troppo facile per il Montpellier-Herault che riscatta la sconfitta patita allo Stoop giovedì scorso superando Calvisano 64-0 con dieci mete a referto – a fine primo tempo, i francesi conducevano 33-0. La vittoria di ieri dei Quins a La Rochelle lascia i ragazzi di coach Jake White all’inseguimento dei londinesi al secondo posto nella pool 3.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s