Coppe Europee: Saints a fatica sugli Scarlets, bene Saracens e Munster. In Challenge, Connacht conquista la Siberia

Screen Shot 2015-11-13 at 22_Fotor_CollageDifficile parlare di rugby e di sport in una giornata come questa, ma nel pomeriggio e in serata si sono giocate alcune gare del primo turno delle due coppe europee.

Dopo l’annuncio dell’EPCR del rinvio a data da destinarsi di tutte le partite previste in Francia – le nuove date dovrebbero essere comunicate in settimana – il calendario degli incontri di oggi – dopo aver osservato un minuto di silenzio su tutti i campi – è piuttosto ridotto.

Nella Pool 3 di Champions Cup, quella dei Warriors, i Northampton Saints hanno avuto ragione degli Scarlets al termine di una gara bruttina, nervosa e condizionata dal forte vento. I Saints vanno in meta quasi subito grazie a Ken Pisi ma i gallesi riducono le distanze con un piazzato di Shingler; Poite annulla una meta inglese per uno ‘stamping’ di George North su un avversario, mandando l’ala nel sin-bin e gli Scarlets vanno a riposo sotto di un solo punto – altro calcio di Shingler. In avvio di ripresa arriva la bella meta di Gareth Davies – l’azione, però, sembra viziata da un passaggio in-avanti – ma i Saints trovano la meta di Waller dieci minuti dopo e, nonostante restino ancora in inferiorità, riescono a stringere i denti e portarsi a casa una vittoria importantissima. Per i gallesi, un punto di bonus e, forse, anche qualche rimpianto per aver scelto i pali al 74′, anziché andare in touche.

Al Franklin’s Gardens, i Saints battono gli Scarlets 15-11.

Nelle altre gare, Munster supera il Benetton Treviso al Thomond Park, prendendosi anche il punto di bonus, mentre nel match-clou di giornata i Saracens hanno la meglio di uno spento Stade Toulousain – che, per ovvie ragioni, aveva la testa altrove – all’Allianz Park ma non riescono a prendersi il punto di bonus (nonostante le due mete del trequarti statunitense Wyles). In entrambi gli incontri, finisce 32-7 per la squadra padrona di casa.

In Challenge Cup, Connacht supera il gelo siberiano (temperatura arrivata fino a -20°C) e conquista cinque punti contro l’Enisei nel primo storico incontro di una coppa europea di rugby disputatosi in Russia (14-31). Al “Peroni Stadium” Calvisano regge un tempo, prima di subire 50 punti dai Cardiff Blues (9-50), mentre sugli altri campi i Worcester Warriors hanno la meglio su La Rochelle (19-3) e le Zebre, nonostante un ottimo secondo tempo, devono cedere al Kingsholm contro Gloucester (23-1o). Nel girone di Edinburgh, bella vittoria dei London Irish – dopo le quattro sconfitte consecutive in Aviva Premiership – che al 22′ avevano già messo al sicuro il bonus offensvio contro Agen, fanalino di coda in Top14. Al Madejski Stadium di Reading finisce 48-10 per gli Exiles; l’ex Warrior Sean Maitland, schierato estremo, ha marcato la sua prima meta con il club.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s