Edinburgh stravince contro un Treviso impresentabile

SAMSUNGBT Murrayfield (Edimburgo) – Edinburgh conquista la seconda vittoria casalinga stagionale imponendosi 48-0 contro un Benetton Treviso impresentabile. Il divario tra i Leoni e le squadre più forti d’Europa è ormai incolmabile, ma quello che spaventa maggiormente, dopo stasera, è il gap che si sta creando anche con squadre, come Edinburgh, che non hanno ambizioni di top-four celtica e che faticheranno moltissimo per tornare in corsa per la top-six. Un’altra gara senza punti marcati, dopo il terribile 67-0 di Northampton, macchiata, oltre che dal risultato, dalla pessima scena in cui il pilone Acosta sii è trovato a fare la parte del cattivo, prendendo a pugni il seconda linea Mckenzie e scatenando una rissa conclusa con il rosso per il pilone. Stasera, non va nulla

Edinburgh va in meta alla prima occasione, dopo 45″ di gioco; Cuthbert recupera sulla metà campo un calcio di liberazione di Hayward e, col sostegno di Tonks, si infila tra le maglie larghissime della difesa biancoverde, prima di scaricare su Hidalgo-Clyne che va in tuffo oltre la linea. Il mediano di mischia scozzese si incarica della trasformazione e i Gunners volano sul 7-0.

I Leoni, colpiti a freddo quasi ancor prima di scendere in campo – non va dimenticato il toccante minuto di silenzio rispettato in memoria di Norman Mair, giornalista scozzese, e di Veronica Giazzon, sorella di Davide stasera in campo al centro della prima linea – hanno una buona reazione, che li porta subito ad affacciarsi nei 22m avversari; dopo aver guadagnato una punizione, che Treviso calcia in touche, sono quattro fischi arbitrali consecutivi, per altrettante infrazioni dei Leoni, che riconsegnano ai padroni di casa possesso e territorio.

La gara si gioca a ritmi molto bassi, anche a causa delle condizioni climatiche non proprio favorevoli – pioggia e nevischio scendono sulla capitale scozzese da questa mattina; Embra continua a dominare in mischia chiusa mentre in touche Treviso riesce, almeno nel primo quarto di gara, a difendersi bene, riuscendo anche a rubare un lancio avversario con Vallejos, dopo che i Gunners avevano scelto di calciare fuori un’altra punizione regalata dalla troppa indisciplina dei Leoni.

Un minuto dopo, però, Edinburgh trova la seconda meta con una maul partita sotto l’East Stand e conclusa oltre la linea da capitan Mike Coman. Hidalgo-Clyne, finora davvero sempre molto attivo, trasforma anche questa marcatura e i Gunners volano sul 17-0, punteggio con cui si chiude la prima frazione e che, per quello visto in campo, rispecchia il divario tra le due squadre.

Nella ripresa Treviso torna in campo senza Muccignat, sostituito da Acosta, e con l’impegno morale di fare di tutto, se non per riaprire l’incontro, almeno per limitare il divario in termini di punti, dopo l’umiliante 67-0 rimediato a Northampton settimana scorsa. L’inizio è incoraggiante, ma solo perché i Leoni riescono a giocare nella metà campo avversaria; la mischia chiusa continua a soffrire terribilmente e tutti gli sforzi profusi nella conquista del territorio vengono, purtroppo, gettati al vento con troppa facilità.

Hidalgo-Clyne trova i primi punti del secondo tempo ancora dalla piazzola, quando sul cronometro sono passati dieci minuti, e quattro minuti dopo un’ingenuità di Minto in un raggruppamento costringe il direttore di gara, Wilkinson, ad estrarre il cartellino giallo.

Un minuto prima dello scoccare dell’ora di gioco, il pilone destro sudafricano Nel trova il pick-and-go vincente per la terza meta scozzese; a ruota arriva anche la quarta, con una fuga solitaria sulla sinistra del neo-entrato Grayson Hart, che regala ad Edinburgh il punto di bonus e chiude il match. Hidalgo-Clyne trasforma la prima, Heathcote la seconda, ma nell’azione successiva Hart e Acosta scatenano una rissa che coinvolge sia i giocatori in campo, sia in panchina, arrivando addirittura a travolgere gli spettatori presenti a bordo campo. Acosta inizia il tutto, colpendo ripetutamente alla testa Fraser McKenzie, mentre Hart interviene in seguito. Wilkinson estrae il cartellino rosso per il pilone trevigiano, mentre il mediano di mischia degli scozzesi si prende un cartellino giallo.

Il match, già chiuso, dopo questo sussulto – di cui si sarebbe fatto decisamente a meno – riprende stancamente, con tutti i presenti ormai ansiosi solo di potersi gustare una pinta al caldo del primo pub. Treviso non c’è più, e Edinburgh per inerzia va ancora in meta con Roddy Grant e David Denton – trasformate entrambe da Heathcote – a tempo scaduto, fissando il risultato sul 48-0.

Edinburgh Rugby 48
Benetton Treviso 0

Score: 1′ Hidalgo-Clyne m Hidalgo-Clyne tr (7-0), 16′ Hidalgo-Clyne cp (10-0), 24′ Coman m Hidalgo-Clyne tr (17-0); 50′ Hidalgo-Clyne cp (20-0), 59′ Nel m Hidalgo-Clyne tr (27-0), 62′ Hart m Heathcote tr (34-0), 71′ Grant m Heathcote tr (41-0), 80′ Denton m Heathcote tr (48-0).

Edinburgh Rugby: 15 Jack Cuthbert 14 Dougie Fife 13 Sam Beard 12 Andries Strauss 11 Tim Visser 10 Greig Tonks 9 Sam Hidalgo-Clyne 1 Alasdair Dickinson 2 Neil Cochrane 3 John Andress 4 Fraser McKenzie 5 Ben Toolis 6 Mike Coman (C) 7 Roddy Grant 8 David Denton
Panchina: 16 James Hilterbrand 17 Grant Shiells 18 Willem Nel 19 Ollie Atkins 20 Stuart McInally 21 Grayson Hart 22 Tom Heathcore 23 Joaquin Dominguez

Benetton Treviso: 15 Jayden Hayward14 Simone Ragusi 13 Luca Morisi 12 Sam Christie 11 Ludovico Nitoglia 10 Joe Carlisle 9 Alberto Lucchese 1 Matteo Zanusso 2 Davide Giazzon 3 Matteo Muccignat 4 Tomas Vallejos 5 Corniel Van Zyl (C) 6 Simone Favaro 7 Francesco Minto 8 Dean Budd
Panchina: 16 Albert Anae 17 Josè Novak 18 Romulo Acosta 19 Marco Fuser 20 Mat Luamanu 21 Enrico Bacchin 22 Ruggero Trevisan 23 James Ambrosini

HT: 17-0
Note: 4°C, vento forte a 20mph e nevischio prima del match. Prima del match, rispettato un minuto di silenzio in memoria di Norman Mair, Veronica Giazzon e Antonio Amicuzi.
Sin bin: 54′ Francesco Minto (Benetton Treviso), 65′ Romulo Acosta (Benetton Treviso) cartellino rosso, 65′ Grayson Hart (Edinburgh Rugby)
Man of the match: Roddy Grant (Edinburgh Rugby)
Spettatori: 2768
Arbitro: David Wilkinson (IRFU)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s